Ancora messaggi di “Marcio”, ogni volta che accendo il telefonino.

-ci vediamo?

-infilati una trave, stronzo, sto male, le mie pulsioni di morte fanno a pugni fra loro , vogliono scannarsi, ascolto “Who will love me” di P.J. Harvey e da ciò intuisco che non voglio reagire.

e invece gli ho detto solo: – telefona domani.

Ho spento il cellulare. Nessuna voglia di fare marchette. Per quello che mi vorrebbe dare…

uno degli ultimi clienti fissi, devo spiegargli che ho smesso.

A casa , invece , mi telefona Francy, le spiego perchè sono irraggiungibile da due giorni, ma lei non ride, c’è qualcosa nella sua voce..

scoppia in lacrime.

– ho un polipo, lo stanno analizzando , avrò gli esiti lunedì.

Le hanno detto: signorina, vedremo, dobbiamo operare , o lei si ritroverà col cancro a ventotto anni…

La ragazza più solare che io conosca.

Al telefono, per un istante, ho ripensato alla scena in ospedale, quando a mio padre è stato scoperto il cancro al cervello.

– dobbiamo operare subito, stanotte stessa..

– ma si rimetterà? resterà paralizzato?

– morirà entro due mesi..

-cosa? ma allora perchè cazzo l’operate..

– non mi sono spiegato, se non l’operiamo non arriverà a domani.

io sono morto quel giorno. ero un bambino.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • anonimo  Il Maggio 23, 2003 alle 6:00 PM

    fai un pò schifo. Non hai fantasia.

  • devilinside_  Il Maggio 23, 2003 alle 6:12 PM

    lui farà anke skifo e avra poka fanatasia, ma dio kristo tu ke nn ti firmi ti ritieni migliore di lui?????

  • malacarne  Il Maggio 23, 2003 alle 6:13 PM

    “ciò che scrivo non ha alcuna ragione di essere se non veritiero”. A Gide. Purtroppo non è frutto di fantasia , è tutto vero.

  • dn  Il giugno 3, 2003 alle 8:46 am

    è quello che sta succedendo a me in questi giorni, nessuno ci ha dato una scadenza, ma tutti sappiamo che c’è

  • regulus21  Il agosto 13, 2003 alle 9:21 PM

    La tua sofferenza è in tutti coloro che sanno capire il tuo dolore. Vivi e basta, con tutta la forza. In fondo il sopravvissuto sei tu! Chiaro.

  • malacarne  Il settembre 11, 2003 alle 10:58 am

    l’hai detto, contaminati di morte non siamo più vivi ma sopravvissuti, infatti la parola -scuro- ci marchia, come la parola mala- .

  • anonimo  Il febbraio 19, 2005 alle 2:27 PM

    xxcvxcv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: