tu non conosci l’odio. ancora.

Palermo. Svegliarsi d’odio.

e tornerò indietro , bastardo , col pugnale caldo del tuo lurido sangue. minchia, sarà un bel giorno quello! Tornerò indietro per raschiare il nome tuo dalla lapide. bruciare la tomba. per stracciare tutte le carte che hai firmato, e le tue foto, fino a quella del giorno del battesimo. e le radiografie del tuo cadavere, e distruggere tutte le cose che hai infettato al tocco, con mani traditrici, cancellare il ricordo che serbano di te. cassarti dagli archivi dello Stato, dall’anagrafe e dai libri della chiesa. e infine dal disegno del creato, se ce n’è uno.  fare sparire tutto ciò che sei stato . Minchia sì che sarà un giorno di gloria, quello! quando sparirai anche dal ricordo degli uomini e delle cose. perchè c’è una cosa peggiore della morte, sappilo e trema.

C’E’ UNA COSA PEGGIORE DELLA MORTE, di come te la immagini: ed è esattamente  questa mia mano che ti getta nel nulla e torna indietro a darti la caccia nel passato Per Cancellare Sino All’Ultima Traccia Della Tua Esistenza.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • inconsapevole  Il ottobre 25, 2003 alle 3:32 PM

    – questa mia mano che ti getta nel nulla e torna indietro a darti la caccia nel passato – malacà, ti fai sempre più grande. è uno sfogo eccezionale. bravo, e ancora bravo. un abbraccio.

  • anonimo  Il ottobre 25, 2003 alle 7:54 PM

    sempre. torno e cambi sempre. ma sempre è simile ugualmente dolce l’odore di salsedine e sangue. and i’m always in love with a malacarne. zombi3

  • lysandracoridon  Il ottobre 25, 2003 alle 8:59 PM

    Non mi sono scordata di te. Ti seguo in silenzio. Non l’ho dimenticato: ti auguro la buona fortuna tutte le notti e spero che tu abbia sempre con te una scatola di cerini. Lo senti il mio pensiero? Spero che ti dia un po’ di tepore in queste fredde serate. Forse chiedo troppo. 🙂 Un bacio, fratello lontano.

  • anonimo  Il ottobre 26, 2003 alle 9:59 am

    e c’è ancora qualcosa di peggio malacà – c’è ancora qualcosa di peggio e tu lo sai ed io lo so. ma c’è tempo e ci saranno occasioni, per dimenticare semplicemente, lasciare che il tempo mandi fuori fuoco il ricordo e che la polvere ricopra di tiepida indifferenza chi ha fatto il male.

  • malacarne  Il ottobre 26, 2003 alle 10:11 am

    Lys , basta solo una luce per passare la notte;) anche quella dei tuoi occhi che leggono. nulla può accadermi ora, anche grazie ad i tuoi auguri, perchè ho tutta una vita da testimoniare.
    Zombie, sono contento che tu mi veda diverso, magari riuscissi a cambiare di più;)!

    Inconsapevole, la frase che hai citato , che è il nucleo semantico della mia rabbia, è davvero molto bella per forma ed è abissale nel contenuto, ed è l’unica frase veramente bella del mio sfogo, senza quella frase non sarei riuscito a verbalizzare la rabbia: infatti è l’unica che non è mia (ed evidentemente si vede che l’ha scritta uno dei più grandi autori del 900, infatti l’hai percepito subito che era più bella delle altre). Poi non dire che nascondo le cose, sono omertoso ma non sempre;).

  • Dankan  Il ottobre 26, 2003 alle 12:59 PM

    son passato a salutarti,volevo chiederti come è andato il viaggio,ma dopo aver letto il tuo post non lo farò.Sono tanto dispiaciuto per questo “risveglio d’odio”. non ho mai sentito una persona così incazzata.queste mie parole non serviranno a fermare la colata di lava che esce dal tuo cuore e ke ti brucia.magari fosse possibile,ti scriverei per ore.volevo solo dirti ke ti sono “vicino”.a presto.

  • inconsapevole  Il ottobre 26, 2003 alle 2:41 PM

    ahahahah, malacà, quella frase non è affatto più bella delle altre, è il nucleo semantico della tua rabbia, come hai prontamente specificato. Il tuo testo è bellissimo. Puoi permettertelo di – celare – un po qui, un po la.
    Baci.

  • regulus21  Il ottobre 26, 2003 alle 2:55 PM

    Allora mi leggi… e io che pensavo tu fossi troppo “in” per tuffarti in un medioblog come il mio. :)))Gioia, non credo sia necessario fare tutto ciò per cancellare una persona. La nostra mente è capace di farlo con meno sforzo e risultati altrettanto eccellenti. Che poi il concetto di vendetta, figlia di eros & tanatos, preveda la distruzione anche fisica di ciò che hai *amato*… beh, questo ci sfugge: non l’hai mica detto ¬_¬ !

  • malacarne  Il ottobre 26, 2003 alle 3:06 PM

    minchia davo st’impressione? in realtà non seguo quotidianamente nessun blog manco i miei, poi ogni tanto mi faccio un giro e ne leggo due o tre , se mi piacciono vado oltre e recupero tutti i post che mi sono perso… 😉

  • anonimo  Il dicembre 17, 2004 alle 11:02 am

    uau.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: