devi fare la fine della Nancy!

Palermo. Parola di Trans.

Francesca appare sempre così. in equilibrio instabile sopra tacchi isterici. lo sguardo i capelli lisci serici dicono:

a me gli occhi a me gli occhi.

ondeggia il culo e sorride. la troia. è trafelata. ha corso forse per scampare alla pioggia poco fa . ora ha smesso.

hai lavorato?

neanche un chiodo. ma ieri ho fatto un massacro.

a chi spennasti?

uno che l’ha voluta. e diceva: però non ce lo dire a nessuno.

una si fa le plastiche e poi vogliono la minchia. non c’è più mondo. sospira.

e poi che emicrania!

per giunta c’aveva emicrania?

sì piccolo così. ride. e mostra il mignolo.

motoretta. sgomma sull’asfalto bagnato. frena.

ci si piazza davanti la Gioachina. poggia lo scooter al muro e smadonna.

a te cercavo Francesca t’hanno a scannari. sei un frocio!

fra travestiti darsi del frocio è la peggiore ingiuria, richiama abissi d’infanzie bastonate, derise, il verme latente nella farfalla.

Gioachiana strafatta smadonna erutta orribile dalla bocca sdentata.

Brutta non è la parola . Ma è la prima che viene in mente. Brutta come l’asfissia. Come soffocare.

Occhi che esorbitano. lingua nera. alito di acido. aglio ms dure e birra. un incubo insonne.

è brilla e vacilla su tacchi dieci. ha fasciato di nero petrolio strati di lardo .

mi futtisti u clienti! e facesti gratis. lu sacciu.

Francesca si schermisce. Ma quando mai , mi pagò. ti pare che sono come te che fai tutti i prezzi?

Giochina si slancia per afferrarla. la blocco.

fatti i cazzi tuoi, frocio, so’ cose di travestite queste, che ci trasi tu.

è la mia piazza questa, gli dico , araciu chi paroli ca ti scannu.

già stai parlando troppo assai. Gioachina.

la chiamo così per spregio, col suo nome da maschio.

mi chiamo Selen , mi corregge.

era il mio cliente, ricomincia, con bocca schiumante, voleva fare gratis, mi ha detto che non ci aveva soldi appresso, c’ho pure visto il portafogli e ci dissi va arritira. e lui parte e poi vedo che si imbarca la Francesca.

in effetti Francesca mi ha detto di non aver battuto chiodo, quindi è possibile sia salita gratis. ma la Gioachina mi sta sul cazzo, quindi non le dò ragione.

si lancia per afferrare la Francesca, ma quella si scansa e lei rovina per terra.

scoppiamo a ridere.

Gioachina è furiosa. sento uno schianto. ha trovato una bottiglia. brandisce il collo smerigliato. e cerca di rialzarsi.

devi fare la fine della Nancy! urla all’apice della rabbia.

Dalla frase capisco che ci scappa il morto.

Ma da Piazza Croci sbuca in via G. Daita la volante.

porcoddio la polizia. il più fesso qui ha tre precedenti . filare .

Scivolo per via Ricasoli, in giù. Francesca sale in via Libertà.

La Giochina imbriaca raggiunge a quattro zampe la motoretta , ma non so se ce la fa a scappare. mi sa che la prendono, stravolta com’è , speriamo la chiudano.

fare la fine della Nancy. porcoddio mai sentito peggior augurio fra le trans.

Bastonata le spaccarono tre costole, il bastone poi le lacerò lo sfintere.

Un cacciavite sfondò il ginocchio da parte a parte. Non so perchè lo fecero. forse la piantarono al suolo con quello.

e le diedero fuoco.

viva.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • inconsapevole  Il novembre 27, 2003 alle 3:06 PM

    che immagine raggelante. che pianeta di merda. malacà, ti leggo sempre. baci.

  • Redeipavoni  Il novembre 27, 2003 alle 3:51 PM

    “uno che l’ha voluta. e diceva: però non ce lo dire a nessuno. una si fa le plastiche e poi vogliono la minchia

    non c’è più mondo.”
    Hi Hi hi! Riesco comunque a ridere nonostante la fine terribile di Gioacchina.
    Secondo te un trans diventa farfalla o rimane per sempre crisalide?

  • Dankan  Il novembre 27, 2003 alle 4:18 PM

    Porca miseria!!

  • anonimo  Il novembre 27, 2003 alle 4:28 PM

    Ieri notte Sandro ha detto che si vuole far impiantare una valvola nel braccio perché ormai le vene non se le trova +, intramuscolo non è la stessa cosa! E mentre Pazzia urla sventolando nel bar un revolver che ha rubato in centro da un pappa io osservo i fanali delle macchine … sensazioni lisergiche mi assalgono come squali impazziti … ormai ho una visione delle luci e dei colori del tutto personale … Ale dice che è normale … non ci fa neanche + neanche caso … io mi ricordo ancora di com’ero … prima …
    Tiro fuori da sotto la lingua sette sacchetti di roba due me li tiro in cesso … c’è il coperchio sporco di merda … gli altri li vendo per strada … gli sbirri girano e sono sempre di più … l’ultima volta che mi hanno preso mi ha picchiato l’intera caserma … hanno svegliato anche i novellini per fargli capire com’è l’andazzo … non ho pianto! Non ci riesco +!
    L’eroina entra in circolo e mi copre … ho rischiato di cagarmi addosso … ma poi ce l’ho fatta! L’ho presa in tempo! Mi è già successo di cagarmi addosso per la strada … non è piacevole …

    Ieri mentre passeggiavo ho visto la bocca della morte … ha detto che presto mi divorerà ….

    Lucifero

  • malacarne  Il novembre 27, 2003 alle 7:56 PM

    eppure porti luce, sei vespero e stella del mattino, sei venere. inutile dirti come fare per allontanare le bocche che ti si spalancano davanti i piedi. ognuno sposa i suoi abissi, e solo se vuole divorzia. ho avuto anch’io i miei divorzi, e sono sempre violenti , lancio di coltelli, fantasmi che la notte mi marciscono nelle viscere, perchè quella buttana non ne vuole sapere di lasciarti. Non so dirti altro.

  • malacarne  Il novembre 27, 2003 alle 8:09 PM

    Ben conosco un mucchio di travestite (conosco solo due operate, in realtà solo loro sono trans ma lasciamo stare i particolari…si fa per dire;) , queste qui sono cristallizzazioni di una repressione sociale, credono di dover essere donne dato che vogliono gli uomini. L’ Erotica se mi vede baciare con Nico in bocca si impressona:” due maschi che si baciano che schifo” . Gliel’hanno insegnato a casa. In questo senso sono uno stadio di evoluzione arrestata a metà. Ovviamente parlo di quelle che conosco io.

  • anonimo  Il novembre 27, 2003 alle 8:53 PM

    1° pensiero: Nan Goldin!!!! La foto che tengo in bagno! Fantastica!!!
    2° pensiero: chissà che fine ha fatto la Pacaregn, mi manca.
    3° pensiero: cazzo…viva.

  • malacarne  Il novembre 27, 2003 alle 9:14 PM

    è fantasmatica ma assetata più che mai di cazzo, ho avuto notizie tramite medium;)). Inutile dire che la Goldin la sento proprio, non è bugiarda mai. ti spiattella la sua faccia picchiata, l’amico in agonia, la tristezza oltre i lustrini. La vita al suo grado zero eppure mi dice: porca troia guardaci siamo di carne pure noi, la mia ferita è quella di tutti gli uomini. è una grande testimone e Maestra.

  • zeronero  Il novembre 27, 2003 alle 9:36 PM

    malacà tu sei battere d’ali di farfalla e luce da seguire di notte. è la terza volta che ti leggo, la terza che mi stupisci rimanendo identico a te stesso. io ho venduto peggio del mio corpo. ho venduto il mio passato al miglior offerente. ho fatto le mie scelte. ho vissuto vite diverse una dentro l’altra. quello che dici risuscita ricordi.
    un sottopassaggio a porta pia, da ragazzetto.
    quello che dici è fiume ed è giglio.
    “uno stato di evoluzione arrestata a metà” quello che dici io lo penso da sempre.
    in un altra vita ti sarei venuto a cercare.
    in questa mi accontento di averti trovato.

    grazie del tempo che mi hai dedicato.

  • lefty333boy  Il novembre 28, 2003 alle 4:08 am

    ciao lefty, quand’è che mi racconti qualcosina della tua infanzia vera? della vita di un ragazzo gay in Grecia? oppure del perchè sei andato via da lì “pur sapendo che perdendo la tua vita in quest’angolo discreto l’avrai persa comunque su tutta la terra” (Kavafis), perchè le tue parole mi ricordano Leroy o Maupin o Ellis e mai, dico mai, Alceo? dove sono i tuoi padri? perchè “io ti cerco, bimbo con occhi di vergine che dell’animo mio tiene le briglie”? (Anacreonte). dove sono i nostri padri? ripudiati?

  • malacarne  Il novembre 28, 2003 alle 12:41 PM

    la memoria mi ha portato incubi, l’avevo svenduta e ripudiata. Represso riemerge e trafigge, il passato, può distruggere. Lascio che scorra adesso, Fuori. Sto svuotando la mia vita da segreti, vuoto il sacco. Qui. Sono nudo e puro , ma stavolta solo per mio uso. Vuoto il sacco perchè un ricordo è un gatto e può graffiare se lo tieni stretto al cuore. ed un segreto imposto , la parte di vita negata , potrebbe andare in cancrena. Lascio che scorra fuori da me la vita , il ricordo, il passato. Fallo anche tu, se puoi.

  • malacarne  Il novembre 28, 2003 alle 1:47 PM

    C’era una volta il bordello
    c’era una volta la luna nel pozzo
    c’era una volta porno
    c’era una volta un bambino
    passaggio della vita dall’acqua
    sulla terra ferma
    tutti i bambini cercano chiodini
    vidi un labirinto spezzato (era Londra), vidi infiniti occhi che si fissavano in me come in uno specchio, vidi tutti gli specchi.
    vorrei una pistola per suicidarmi
    droghe legere
    macchina per fare zucchero filato per bambini. P.s. Il titolo è Shining Stat.

  • Ameleht  Il novembre 28, 2003 alle 3:48 PM

    è strano come, a volte, c poniamo con quelle che volgarmente chiamiamo (spesso anche, turandoci il naso) “cose”. Il materiale l’abbiamo relegato “sotto” (in ombra) l’immateriale, adducendo motivi che a pensarci sono bizzarri e inconsistenti (spirito=puro, corpo=sporco) (il perchè vada così è oggettivamente del tutto opinabile)… poi però, malgrado tutto questo, accendiamo il vile computer e nn appena si apre la pagina d google lo consultiamo come se fosse il genio della lampada.
    teomondo scrofolo 5 6.6 %
    e.m. cioran squartamento 3 4 %
    toolband 2 2.6 %
    la follia e l amore 2 2.6 %
    sandali stiletto sexy 2 2.6 %
    testi virginiana miller 2 2.6 %
    utf-8 1 1.3 %
    areoporto sciacca 1 1.3 %
    barleycorn scarpe 1 1.3 %
    collant pieni di sperma 1 1.3 %
    http://www.nylon 1 1.3 %
    thelema 1 1.3 %
    disegnatore spagnolo 1 1.3 %
    i m too sexy for my shirt 1 1.3 %
    any way the wind blows 1 1.3 %
    la schiavitu’ oggi 1 1.3 %
    leggere mi ripugna 1 1.3 %
    catwalk 1 1.3 %
    puttane al telefono 1 1.3 %
    listening to e splinder 1 1.3 %
    hokusai kanagawa 1 1.3 %
    la danza della vita munch 1 1.3 %
    bevitori di sperma 1 1.3 %
    invidia e menzogna 1 1.3 %
    passa nuvolari 1 1.3 %

  • lefty333boy  Il novembre 28, 2003 alle 5:19 PM

    10 e lode…welcome..oh scusa benvenuto….

  • malacarne  Il novembre 28, 2003 alle 6:17 PM

    amaletuccio intendi dire che malgrado certo snobismo (anti-)intellettuale (o addiririttura pseudo-anti-intellettuale) che ci fa dire che certe “cose” non sono degne di essere considerate, che ci fa turare il naso davanti le scarpe piene di sperma o altri scampoli di miserie umane, noi stessi ci fiondiamo a cercare nella pattumiera del web , in cerca degli scarti della nostra anima? in realtà il vero titolo del mio testo “patafisico” dovrebbe essere fleurs du mal, infatti fra centinaia di reffers gretti o tristi osceni o biasimevoli ho trovato delle chiavi che spiccavano (in particolare : vidi un labirinto spezzato (era Londra), vidi infiniti occhi che si fissavano in me come in uno specchio, vidi tutti gli specchi. che è nell’aleph di Borges mi è sembrato illuminante : il web è metafora dell’aleph (o viceversa) vi trovi tutto il mondo come in un riflesso ridotto.

  • malacarne  Il novembre 28, 2003 alle 6:18 PM

    lefty già sai: no english please;))

  • Dankan  Il novembre 28, 2003 alle 6:56 PM

    ciao. :*

  • malacarne  Il novembre 28, 2003 alle 9:57 PM

    😉

  • anonimo  Il novembre 29, 2003 alle 9:34 am

    ciao fratuzzo… qui come al solito mi sento pericolosamente a mio agio.. hehehe… la presenza di internet rende tutto molto ma molto piu` dolce… ti penso…

  • malacarne  Il novembre 29, 2003 alle 2:08 PM

    fratuzzu stai all’internet point della warmoestratt? non ti rovinare…;)) ma divertiti!

  • lefty333boy  Il novembre 29, 2003 alle 5:02 PM

    sborriamo????????????….ne ho un po di voglia ,;-))

  • Ameleht  Il novembre 29, 2003 alle 5:30 PM

    il mio è un discorso più generale… impariamo fin da piccoli che “cacca è brutto” mentre dio è addirittura trasparente e così leggero da stare seduto sulle nuvole, privilegiando quindi l'”anima” (l’immateriale) a discapito del “corpo” (il materiale). Cmq hai afferrato il senso; repressi da una tale distorsione del reale finiamo per cercare gli scarti della nostra anima (anima-le), ormai irrimediabilmente lacerata. Spero che ritorni presto l’era del cinghiale bianco.

  • malacarne  Il novembre 29, 2003 alle 6:43 PM

    o.k nel senso che il corpo e l’anima etc. Ne parlo sempre a cazzo di cane di ste cose, mi contraddico , ebbene sì continuo a contraddirmi ogni qual volta le devo mettere a sistema. Non si rimane distanti dalle cose sempre , esiste solo un processo di allontanamento, ci hanno insegnato che cacca è brutto e cattivo. Ma ora sono oltre la ripicca del bimbo che mangia la cacca, perchè gli hanno detto che non si fa. Sto cercando di creare i miei paramentri , so già che crescendo li butterò nel cesso, e alla fine del viaggio magari scoprirò che cacca è brutto e cattivo davvero, che le COSE NON VALGONO LA PENA, che l’immateriale ti riempie mentre le cose svuotano, che dio è trasparente e che l’estasi è ciò che mi si addicceva. Ma non è perchè me l’hanno insegnato dal pulpito che ho capito che le cose sono solo cose e non mi tangono, è che l’ho capito sfilando preservativi sporchi di sangue e cacca.

  • whathefuck  Il novembre 30, 2003 alle 3:37 am

    E’ una fortografia.

  • whathefuck  Il novembre 30, 2003 alle 3:38 am

    (r)

  • lefty333boy  Il novembre 30, 2003 alle 5:59 am

    H AGAPH ME KANEI NA Zò THN AGAPH FLOGERà
    amor mi ha tal c’io vivo in foco (G. Stampa)
    ..TI AMO GIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  • malacarne  Il novembre 30, 2003 alle 1:02 PM
  • malacarne  Il novembre 30, 2003 alle 1:03 PM
  • anonimo  Il novembre 30, 2003 alle 3:36 PM

    povera nancy …

  • Ameleht  Il novembre 30, 2003 alle 4:36 PM

    Hai visto la puntata d Blu Notte d ieri sera sulla morte d Pasolini?

  • malacarne  Il novembre 30, 2003 alle 9:52 PM

    purtroppo no, ho fatto altro , ma era meglio che stavo a casa, NOTTE DI MERDA, mi sono ubbriacato come un porco con un c., mi poteva finire peggio , comunque. Sono uno sprovveduto un idiota,fanculo sono una checca fottuta, come uN PRICIPIANTE… alla fine mi sono fatto sbocchinare nel parco dal tipo e da un altro che ho percepito nel mio delirium come satana in persona…sono così incazzato con me stesso che non sono riuscito ancora a scriverla sta cosalo so che non ci trasi nenti ma sugnu niuru aiu a spuari cmq ogni volta ho sorvolato l’affaire Pasolini, ho letto tutti gli interrogatori di G.Pelosi , un po’ della controinchiesta dell’espresso (la Fallaci delirava sicuramnete con la storia dei motociclisti) , un delitto politico? Malgrado l’idea di martirizzarlo mi alletti, sono gay sono comunista (ammesso che abbia un senso oggi definirsi tale), ho posizioni molto simili alle sue riguardo molte cose(ad esempio il ruolo delle forze armate) , eppure ho un atroce sospetto (cui accenno da un mese con la frase “coltivare assassini” ). Suicidio su commissione per così dire. A sostenere questa tesi delirante oggi è uno solo credo (oltre a me che non la sostengo ma ne ammiro la cerebralità). Pasolini viveva un’ambiguità di fondo : essere contro lo sfruttamento delle classi proletarie ed essere divenuto uno sfruttatore , non mi stupirebbe un suicidio etico. Negli stessi anni un altro intellettuale controverso ( Mishima , ecco perchè inserì quelle foto) compì il gesto altrettanto eclatante…

  • malacarne  Il novembre 30, 2003 alle 9:57 PM

    fratuzzu , mi riferisco a questo tipo :

  • malacarne  Il novembre 30, 2003 alle 10:03 PM

    p.s.:Mishima fece «seppuku» (sventramento rituale) con la sua spada, il 25 novembre del 1970. (quello che voglio dire è che non stiamo parlando di persone lineari, “ordinarie”, o di imbrattafogli o scrittore sul web (che difatti tentano tutte le strade, ballerino o cantante, insomma, intellettuali per fama&fame o presuntuosi arrivisti pseudoculturali, io ritengo capacissimo Pasolini di un atto simile)

  • lefty333boy  Il novembre 30, 2003 alle 10:26 PM

    IDEM:purtroppo no, ho fatto altro , ma era meglio che stavo a casa, NOTTE DI MERDA, mi sono ubbriacato come un porco con un c., mi poteva finire peggio , comunque. Sono uno sprovveduto un idiota,fanculo sono una checca fottuta, come uN PRICIPIANTE… alla fine mi sono fatto sbocchinare nel bagno .sono così incazzato con me stesso

  • Ameleht  Il novembre 30, 2003 alle 11:23 PM

    ho letto il link… cmq, farsi bastonare a sangue per poi farsi schiacciare il torace da una macchina in corsa su commissione, mi pare francamente un po troppo anche per Pasolini… troppe cose nn tornano d quella vicenda… il seppuku d Mishima e la morte (senz’altro indecifrabile) d P.P.P. d certo hanno la stessa forte valenza simbolica… è anche vero che in italia la lezione d Pasolini è stata seppellita e dimenticata il più presto possibile (conservata al limite per essere certi d tenerla ben isolata dalla società). Siamo un paese dalla memoria fottutamente corta, disgraziatamente. Chissà in Giappone.

  • malacarne  Il dicembre 1, 2003 alle 3:28 PM

    in effetti…è assurdo che il testimone-assassino sia vivo vegeto e non parli (attualmente è in galera, ovviamente per altri reati, perchè per il massacro prese 9 anni, se fosse stato in concorso con altri non pensi che sarebbe venuto fuori? Se fosse stato pilotato da poteri occulti politici, penso che l’avrebbero fatto sparire nel frattempo, o dandogli denaro e modo di sparire dall’italia o squagliandolo, invece lui ha continuato a vivere in periferia di Roma, ha fatto un paio di rapine a mano armata è andato dentro e fuori, l’ultima volta nel 2000). “su commissione ” intendo non che lo abbia pagato per fare roba simile, ma che lo abbia in qualche modo inscenato (non so quanto coscientemente o razionalmente), ovviamente non toglie questo nessuna responsabilità all’assassino , nè alla società di cui entrambi erano (siamo) vittime.

  • anonimo  Il dicembre 3, 2003 alle 10:12 PM

    la morte di pasolini resta un buco nero; qui in friuli c’e’ una generazione che e’ cresciuta sui suoi libri e su di lui stesso, sulla terra e le erbacce che ricoprono la tomba sua e della madre. a Casarsa.
    resta il mistero, resta la premonizione, resta il fatto di quanto gridato allora da Moravia in lacrime “…era un poeta e di poeti ne nascono due in ogni secolo”.
    troppa violenza per un solo aggressore, troppa violenza successivamente.
    la Fallaci lo defini’ una luce che si era spenta, allora lei era ancora tra di noi. k.

  • anonimo  Il dicembre 3, 2003 alle 11:47 PM

    troppa violenza per un solo aggressore diciassettenne, mi pare poco come prova la proiezione della nostra paura a credere che questi sono i figli allevati da una società ingiusta.

  • lefty333boy  Il dicembre 4, 2003 alle 3:43 am

    la morte di pasolini resta un buco nero;

  • lefty333boy  Il dicembre 4, 2003 alle 3:43 am

    la Fallaci lo defini’

  • lefty333boy  Il dicembre 4, 2003 alle 3:44 am

    troppa violenza per un solo aggressore diciassettenne,

  • lefty333boy  Il dicembre 4, 2003 alle 3:44 am

    che questi sono i figli allevati da una società ingiusta.

  • lefty333boy  Il dicembre 4, 2003 alle 3:44 am

    della nostra paura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: