nei sogni che faccio…

nei sogni che faccio al mattino è sempre notte.

all’angolo tra la Third Avenue e la Fifty-first Street. Ho un cappello da cow-boy , niente di nuovo.

muovo ondeggiando guappo come solo nei sogni posso fare senza ridere. Sputo sul  marciapiede e mi accorgo che ho tracciato una scia di lumaca, col senno di poi.

svetta la griglia nera dei palazzi – grattacieli con poche finestre accese,  che sfumano verso l’alto. Se alzo gli occhi- se solo oso alzare gli occhi, seguo il profilo a scacchiera verso l’alto – mi accorgo che lassù  manca qualcosa :  il cielo.

New York all’angolo tra la Third Avenue e la Fifty-first Street (L’Incubo ).

ho appena infilato una penna di pavone in culo a un cliente che si masturbava facendo versi di pollame a terra, nel suo monovani pressso Madison Square. Tutto questo è già accaduto, mi dico, e quasi mi sveglio a quel pensiero. Che tutto torna e tout se tient.

ho addosso la canotta del mio giocatore di basket preferito. numero e nome.

ripeto: numero e nome.

ne sono così orgoglioso che scivolo guappo per strada.  fra i denti una canzone di mie invenzione.

parlo con un tipo nero chinato a raccogliere plastica da terra. sono lettere dell’alfabeto col retro magnetico.

mi dà un cofanetto minuscolo e io lo intasco terrorizzato.

le vetrine di un noleggio video. entro e compro una bibita gasata e due sacchetti di plastica di caramelle a forma di elio.

c’è scritto sul pacchetto: a forma di elio.

i volti degli attori mi guardano cattivi dalle custodie della videocassette.

 in una c’è scritto Bad – Flesh  e c’è stampato l’ Empire Building giallo banana. ma i colori li aggiungo col senno di poi. ora.

mi si accosta un uomo  in un lungo impermeabile  estivo, ottimo per le sere d’estate a New York.

mi offre una sigaretta appena usciamo dal negozio e la mastico. grigio .  

sulla sua ford anni ’70 , si sbottona .  siamo in un vicolo di pattumiere e scale antincendio in ferro ruggine troppo alte per essere raggiunte. una scala sospesa nel nero. il mio sportello non può aprirsi.

ho trasgredito la regola numero uno , dico, il mio sportello non può aprirsi. il muro suda accanto al finestrino.

esco il cofanetto e lo poggio sul cruscotto. e lui dice. ora dammi la Formalina. l’autoradio si accende da solo e comincia una musica angosciante.  la stessa canzone di mia invenzione. i numeri della canotta sono gli stessi della targa dell’auto (in rebus illis)

luccichio nel buio.

apro gli occhi.

ho lasciato la stufa accesa tutta la notte e mi sono svegliato bagnato. il letto ha una macchia di sudore che riproduce il mio corpo interamente.

la musica sentita nel sogno è quella della pantera rosa. sorrido , col senno di poi.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • regulus21  Il febbraio 3, 2004 alle 2:20 PM

    Esprit d’escalier…Hai voglia di fuggire, in realtà, aspetti solo che qualcuno ti dica “Puoi farlo? E allora fallo!”. Non aspettare treni e coincidenze. Non aspettare…Per conto mio, preferirei perderti sapendoti felice.

  • lysandracoridon  Il febbraio 3, 2004 alle 2:45 PM

    Come stava, al tuo cliente, la coda a ruota (di pavone)?!!

  • amarantide  Il febbraio 3, 2004 alle 3:41 PM

    io invece ho dimenticato i miei sogni, sia quelli della notte che quello del sonno dal quale mi hanno svegliata poco fa… sai, nei miei sogni non è mai notte: di solito è crepuscolo o alba, anche se in certi “dovrebbe” essere notte, ma il cielo ha sempre una luce chiara. ho sognato spesso di essere a new york, dove non sono mai stata, ma quella città è entrata nella mia mente in mille modi. ho letto il commento del tuo Critico: anch’io preferirei perderti ma saperti felice. fuori da quella stanza, o quella stanza fuori da te.

  • amarantide  Il febbraio 3, 2004 alle 3:45 PM

    eheheh: hai messo la foto di joe d’alessandro… se lo trovo ti faccio vedere il disegno, credo tratto proprio da quella foto, che avevo fatto a 14 anni.

  • malacarne  Il febbraio 3, 2004 alle 7:09 PM

    Bella-Ciao:)) sai che ho scoperto che la tua regione è stata “repubblica partigiana ” nell’estare 44? (ho fatto i compitini come promesso :)) – neanch’io ho mai visto new york – in realtà non so perché l’ho sognata, ci sono altri posti che vorrei vedere prima deve essere stata una suggestione di cose lette in internet (la foto di Joe ne è testimonianza;) … Critique :)) l’esprit de l’escalier non è quando ti viene in mente una battuta o una risposta quando ormai l’interlocutore è andato via? farfallina cara ridicolo è dir poco, ma non è capitato a me, era un incubo…a me capitano cose più comuni, tipo quello che si è fatto infilare la candela e poi l’ha voluta accesa, niente di così strano…;)) Ama , Reg, non preoccupatevi ho un piano infallibile stavolta

  • lysandracoridon  Il febbraio 3, 2004 alle 7:32 PM

    Ho capito che era un incubo ma ho sentito tante di quelle cose…tipo gente che non può più mangiare la pizza! 😉

  • malacarne  Il febbraio 3, 2004 alle 7:39 PM

    minchia io non riuscirei a vivere…(ecco potrei fare il pizzaiolo quando invecchio…ora che ci penso…a Colonia conosco un paio di pizzerie italiane..

  • malacarne  Il febbraio 3, 2004 alle 7:41 PM

    poi ingrasso però e non si vedono più gli addominali..non niente pizzeria o ristorazione…(scusate rifletto a voce alta colpa di regulus ;))

  • lefty333boy  Il febbraio 3, 2004 alle 8:12 PM

    <EMBED SRC="http://xoomer.virgilio.it/lefty333/dancin.mp3&quot; LOOP=TRUE AUTOSTART=TRUE HIDDEN=TRUE MASTERSOUND

  • lefty333boy  Il febbraio 3, 2004 alle 8:12 PM

    grassa pizzaiola–haha

  • lefty333boy  Il febbraio 3, 2004 alle 8:18 PM

    BELLISSIMA—HAHAH–LA COCACULA– Dà POSTARE–

  • malacarne  Il febbraio 3, 2004 alle 8:29 PM

    A.A.A ANNUNCIO IMPORTANTE : barista gay greco FINITO IN OSPEDALE PER AVER FATTO USO InPROPRIO DI UNA BOTTIGLIA DI Coca Cula , qui la foto Cercasi CAZZO A CAVATAPPI per liberarlo dall’imbarazzante situazione eheheh

  • lefty333boy  Il febbraio 3, 2004 alle 8:33 PM

    l ho gia postato–haha

  • amarantide  Il febbraio 3, 2004 alle 8:35 PM

    il flyer è instabile perchè provvisoriamente parcheggiato su YAHOO! ricordi che con yahoo non riuscivo ad inserire le immagini? il flyer lo avevo messo lì solo per fartelo scaricare. ma vorresti cambiarlo subito? hai visto quello che ho fatto per lefty? http://queertest.splinder.it

    gute nacht, lieber bruder… ich schriebe dich morgen: ich bin zuviel muede jetzt.

  • lefty333boy  Il febbraio 3, 2004 alle 8:36 PM

    Voglio fare un appello a Dio. Dio, vieni giù!… ma non mandare più tuo figlio: vieni tu di persona, per favore… queste non sono più cose da ragazzi.

  • Ameleht  Il febbraio 3, 2004 alle 11:58 PM
  • Exteban  Il febbraio 4, 2004 alle 12:44 am

    evvabbè… per una H si può anche soprassedere, no? Cmq io parlavo di me… sono indeciso se sono un Reisender o una Fenster… ^_^

  • regulus21  Il febbraio 4, 2004 alle 1:37 am

    Hai ragione tu riguardo all'”esprit d’escalier”, ma in italiano si traduce con “senno di poi”. Mi è solo venuto in mente…Com’è il fatto? E’ colpa mia se parli da solo? No, no, e allora smetto… ho già troppe colpe, ci manca solo questo, ora! 😦

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 9:17 am

    ehehehe sì perchè mi hai messo il fuoco al culo che devo scappare da qui e stavo pensando cosa potrei fare se cambiassi città e lavoro…riflettevo per il futuro…;) – ma mica è così immediato, ancora per qualche anno posso fare marchette, c’è chi lavora fino a 28-30 io conto di fermarmi prima:) Liebe Amarantite, ist es vielleicht zu frueh und nicht nett von mir wenn ich jetz das (?) Flyer wechsele? (non so se è scritto giusto:) Exteban il tuo dubbio mi fa sorridere amaro, anch’io a volte ho pensato di essere una Fenster immobile mentre scorre il paesaggio, ho vissuto in alcuni luoghi in cui mi sentivo nient’altro che un oggetto , statico dentro. Ma il più delle volte ho avuto come premio della mia apertura agli altri (all’altro , alle altre cose e persone) la dignità di vero Reisender. sarò stato fortunato (?) non ho mai viaggiato per “vacanza” , solo per vivere, volevo riempire, non vuotare o divertirmi, forse imparare , è questo che distingue un Reisender da una Fenster, secondo me, il Reisender apprende dal viaggio, una fenster non può. (ops ehehe la tua era una battuta e io sto qui a menarmela….meglio che torno a dormire, mi fa male alzarmi prima della 12)

  • amarantide  Il febbraio 4, 2004 alle 9:46 am

    hai rimpicciolito il flyer? troppo piccolo, dai!

  • amarantide  Il febbraio 4, 2004 alle 9:50 am

    un flyer-emicrania… eheheh meglio che torni a letto anch’io, poi ti scrivo bene (anche sulla questione fenster/reisender, che mi interessa). ciao ciao!

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 9:56 am

    che orrore i sogni all’alba. mi condizionano per un paio di giorni…Malacarne, tesoro accettami per quella che sono!!!!;)))

  • amarantide  Il febbraio 4, 2004 alle 9:58 am

    hai scritto giusto ed anche il senso mi sembra corretto (nett). c’è tempo, no?

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 1:40 PM

    sosetta, ti accetto anche con la barba, ti accetto se ti vesti da pavone, ti accetto se balbetti, se hai tre braccia, ti accetto se hai la pelle verde, ti accetto se non parli la mia lingua, se non mi capisci e anche se non mi accetti, ma se voti per uno come Fini che ha detto che gli omosessuaòli non posso no fare gli insegnanti o mestieri simili, se voti per la destra che impedisce a me ed a un mio eventuale compagno di avere una casa popolare, di avere gli stessi diritti degli altri, che propone una politica economica devastante dando il culo a Berlusca , rendendo pezzenti i poveri e povero il ceto medio a favore della nuova aristocrazia capitalista etc. , scusami ma non è che non ti accetto come persona, ho solo il sospetto che mi carezzi con simpatia ma faresti come Frau Mueller quando la famiglia Levi (o le sorelle Kafka) fu portata nei campi di concentramento: erano così brava gente…aber Politik ist Politik. la politica non è quella di Porta a porta e ne parliamo amabilmente come stessimo parlando della riduzione dei casi dal latino al francese, la politica è ciò che può lasciare (o costringere) le persone in mezzo alla strada anche quando , forse , qualche capacità ce l’hanno, quella che in favore dei macrocapitali affama la terra…Non è che non accetto te, ma se mi dici che sei affascinata da Fini, mi stai dicendo, come sei bravo, peccato che sei un povero frocio povero del sud, che fa mettiamo il cervello in formalina e vediamo se possiamo riutilizzarlo, chessò magari lo diamo a qualche figlio di papà meno provvisto? (e così siamo arrivati a spiegare pure sto sogno…)

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 1:54 PM

    malacarne, non posso negare che ho pensieri che si avvicinano alla destra. ma non mi reputo razzista ma non perchè sono “moderna” o ben pensante, non sono razzista solo perchè le persone che vivono la vita in modo diverso dalla mia, perchè diversi da me (ti prego di non attribuire al mio concetto di diverso un valore qualitativo) mi arricchiscono. così come leggere un tuo racconto mi dà qualcosa.sei gay?e quindi?vuoi fare l’insegnante?malaviande se tu insegnassi a mio figlio a vedere le cose in modo pulito e chiaro come le vedi tu ti sarei tanto grata.sinceramente il mio interesse politico non è così preponderante come credi tu, forse perchè sono di destra ma non qualifico la mia persona in base a quello.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 1:57 PM

    se ti può consolare, sono convinta di aver sbagliato a dare il voto a chi l’ho dato. ma resto di destra.Perchè?perchè credo in una giustizia più “ferrea”,perchè do importanza al peso del singolo piuttosto che della massa, perchè credo che le cose le devi ottenere per merito…sul concetto di merito dovrei però aprire una parentesi…non è merito di classe o istruzione. Perchè se uno finisce in galera per 10 anni, 10 anni se li deve fare…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 1:58 PM

    perchè credo che in italia la sinistra sia così ridicola, inconsistente e talmente uguale alla CDL, che quest’ultima almeno è se stessa.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:00 PM

    e soprattutto perchè mi ricordo lo schifo del fascismo, ma mi ricordo anche un sacco di schifezze fatte in nome di un comunismo che no capirò mai. Ecco, il punto è che non capirò mai il “siamo tutti uguali”…in realtà “siamo tutti uguali in potenziale”.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:00 PM

    e grazie a libri della cultura di sinistra, a scuola ho imparato la storia distorta.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:02 PM

    io non mi pongo il problema di come tu sia, o di che cosa tu pensi della politica. a me di cosa tu vai a votare, perchè voti o non voti, non me ne frega niente. non mi aggiunge niente nella considerazione che ho di te per quello che posso leggere qui. che ha un valore che va al di là.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:04 PM

    e il concetto di libertà è universale. ne di destra ne di sinistra.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:05 PM

    p.s….forse sono di destra perchè le manifestazioni e gli scioperi mi fanno solo incazzare.basta ti ho rotto le palle anche troppo. e poi mi sembra di diìovermi giustificare. e non è giusto. io non chiedo giustificazioni a nessuno per il loro diverso modo di pensare. ciao.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 2:06 PM

    Sosetta, allora sei un’anarchica distratta alla quale per sbaglio è scivolata una crocetta su un foglio di carta igienica!

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:14 PM

    vorrei essere anarchica, ma ho bisogno di qualcuno che mi governi!!!la crocetta sulla carta igienica?non credo…me ne sarei accorta…

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 2:35 PM

    sulla giustizia ferrea, mi piacerebbe capire cosa intendi, a me sembra la solita Punizione da infliggere a chi ha rubato la mela, per fare andare in fregola il sadismo del potere, che si guarda bene dal fare applicare la legge ai suoi esponenti, lo sai quanta gente c’è in carcere per un po’ di erba o , in inghilterra , per problemi legati alla circolazione? e lo sai quanti asassini sono in mezzo alla strada e quanti ladri stanno in Parlamento , di Quale cazzo di giustizia parli? quella che mi mette dentro per un motorino mentre Berlusconi PORCODDIO è al Governo anche grazie al Tuo voto! aspè’ scusa mi calmo e poi ne riparliamo ho il sangue in testa..la giustizia ferrea…sì il ferro per arricciare i capelli , sosetta, o per stirare, fino a qualche anno fa la destra conservativa voleva che le donne si occupassero solo di questo, mi sa che in qualche caso avevano ragione….

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 2:35 PM

    Non sei in grado di governarti da sola, di prendere delle decisioni per la tua vita?! L’anarchismo non è caos ma ordine naturale dal caos (esattamente come fa la natura tutti i giorni e nessuno se ne accorge). Mi spiace che pensi di aver bisogno di un tutore per andare avanti. Mi viene quasi da pensare che tu non creda di essere una brava persona se hai davvero bisogno che qualcuno ti regoli e controlli (ma non fraintendere, sei una brava persona, solo con delle idee un po’ distorte :)). Bisogna partire dal presupposto di voler insegnare e vivere nel concetto di rispetto verso il prossimo e la destra non è un modello di rispetto (l’unico sano principio che la destra conosce è l’essere caucasico, cattolico, ricco, eterosessuale, che significa appartenere a meno dell’1% della popolazione mondiale, e sbattersene i coglioni di tutti gli altri). Neanche a me piace la sinistra di oggi, che è diventata una pallida copia dei principi di destra, ma tantomeno mi affiderei a chi decide le mie sorti in base a un clichè bigotto e conformista.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:41 PM

    hai appena interpretato molto liberamente quello che ho detto. non ho detto che mi serve un tutore.e le giustificazioni ho finito di darle quando ho preso la maturità.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:42 PM

    l’anarchia è caos. il quale per sua natura non può essere governato la natura segue delle sue leggi ben precise. il fatto che a noi siano sconosciute non vuol dire che non ci siano, mia cara.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 2:43 PM

    le mie idee distorte?si, vengono distorte da chi non le vuole accettare.zaooooooooooo ;))))

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 3:07 PM

    “ho bisogno di qualcuno che mi governi!!!” lo copio direttamente dal tuo commento, così non dici che interpreto liberamente. Non ho parlato di anarchia ma di anarchismo,e qui ti inviterei a leggere Malatesta, Bakunin, Russel, così elimini il concetto che lo stato inculca di anarchismo=caos. Ho parlato di ordine naturale DAL caos. Ciò significa che da un qualsiasi stato di confusione si genera un ordine per poter convivere. Se non si genera un ordine, quello non si chiama anarchia, bensì dittatura, ovvero la legge del più forte che sottomette il più debole (come il famoso motto della casa delle libertà “facciamo un po’ come cazzo ci pare”). Non ti chiedo giustificazioni ma spiegazioni e si, non accetto le tue risposte perchè non è quello che mi interessa. Io cerco un confronto, quando trovo persone che la pensano diversamente da me. Accettare una risposta senza volerne discutere, quando questa è così lontana dal mio modo di pensare, equivale a rimanere ferma a un punto morto. Non si può crescere senza un confronto.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:11 PM

    se io evitassi il confronto non starei a discutere sempre e cmq con malacarne, anonimo, amleto…per me l’anarchismo è caos. la natura non segue il caos, ma risponde ad un ordine che senza leggi non potrebbe essere. ho bisogno di qualcuno che mi governi in senso politico. non ho bisogno di un tutore, a cui attribuisco altra valenza e non la politica.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:13 PM

    per quanto riguarda le decisioni allora parla solo di decisioni politiche, non di decisioni “per la mia vita”(come dici sotto), che è un concetto un tantino più vasto. per quanto concerne le mie cose, la mia vita, mi governo più che bene. la politica la lascio fare agli altri. ma sono chiamata a scegliere e non mi astengo. e sono di destra e vado a votare destra. per il resto stop, sono cose che avete dedotto senza il mio “la”.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:16 PM

    p.s. Malacarne, parli tu di destra ferrea. per quanto riguarda la giustizia che va a rotoli…mi hai tolto le parole di bocca. chi vende erba fuori, le br dentro.magari.Malacarne, rilassati che tanto se sale al governo la sinistra è la stessa cosa.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:22 PM

    volevo dire “destra conservativa”. io parlavo di giustizia ferrea. quella che vorresti anche tu.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 3:26 PM

    Hai ragione sul fatto che ho sbagliato a usare il termine “tutore”, ma tu sbagli sul concetto di politica. Che tu lo voglia o meno, fai politica tutti i giorni, cominciando da quello che scegli di mettere nel piatto durante la colazione. Ad esempio (ma è solo un esempio) se scegli i biscotti del mulino bianco, scegli di sostenere la campagna elettorale del berlusca, visto che la barilla è uno dei suoi maggiori sovvenzionatori. Sono le tue scelte, insieme a quelle di milioni di altre persone che fanno la differenza. Che poi non ti interessa ciò che sta al governo è un’altra storia. Non tutti sono nati col pallino del governare. Sarei curiosa di sapere in quali pregi della destra ti rispecchi, se ti va di discuterne.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:38 PM

    se io compro i galletti del mulino bianco è perchè sono buoni. ma devo essere sincera…non compro quasi mai i biscotti della mulino bianco.per quanto riguarda la domanda “in cosa ti rispecchi”…l’ho detto sotto perchè tendo a destra. il fatto che la destra che c’è al governo mi piaccia o meno, non vuol dire che io non sia “spontaneamente” di destra.principalmente mi fa schifo l’idea di uno stato assistenzialista. sono un’individualista. cmq non penso di fare politica ogni giorno. la stacco da tutto il resto.in questo non sono la pensiamo decisamente allo stesso modo.ah!dimentico una cosa…mi fanno schifo i ragazzetti che urlano allo scandalo, che non accettano il capitalismo e tutte queste puttanate qui…poi vanno in giro con la marca anche in culo.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:40 PM

    sinceramente saranno tanti altri i motivi, ma ora non ti so dire. so solo che ogni volta che si affronta una discussione…io sono dall’altra parte e tutti mi “sgridano…”.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:40 PM

    …non parliamo dei noglobal poi…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:42 PM

    sono per la pace, non per i pacifisti. sono contro la strumentalizzazione che la sinistra ha fatto del concetto di pace. poi tanto la bandiera costava 5 euro…e l’idea in realtà è stata del Papa…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 3:47 PM

    forse la verità è che io seguo (da prendersi con le pinze ciò che sto per dire) il principio di ordine. senza repressione però, che è di destra come di sinistra.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 4:37 PM

    Io, ad esempio, sono per l’assistenzialismo nel momento in cui il governo mi prende per il culo e in più si ruba i miei soldi. Se esistesse una giusta misura tra stipendi e costo della vita non si arriverebbe a dover chiedere assistenzialismo ma così non è. C’è sempre in agguato gente disposta a farci morire di fame e malattie (che sono i due problemi primari di un uomo) x riempirsi le tasche con i frutti del nostro sudore. E, guarda caso, quelle persone sono proprio coloro che decidono le leggi da farci rispettare. I ragazzetti che gridano allo scandalo sono figli del capitalismo xchè sono stati cresciuti a pane e consumismo. Tra poco si accorgeranno di quanto tengano caldo anche i Jeans del mercato! Ha iniziato la Parmalat, continueranno le altre grandi aziende che stanno fallendo. Il consumismo consuma se stesso. Non si può far comprare alla gente in continuazione se i soldi che entrano in tasca sono sempre gli stessi, se non meno. Non si possono pagare le pensioni se non ci sono delle entrate. Non si possono sostenere aziende in fallimento se lo stato si è già ipotecato anche la mia pensione. Il consumismo è un serpente che si morde la coda e pian piano si mangia, anche.
    Io non ti sto sgridando. Sto solo cercando di capire perchè sei fascista. A volte fai discorsi di destra, a volte no, ma quando sostieni la destra non sai realmente il perchè. La mia migliore amica è stata fascista fino a quando non si è messa a discutere delle ragioni della sua scelta e ha scoperto che era un puro fatto estetico (!). Con questo, non è diventata comunista, però non vota più la destra… Vorrei che ti sforzassi di portarmi degli argomenti validi xchè, a volte, si pensa di credere in qualcosa e poi ci si accorge che è solo una presa di posizione. Il principio di ordine è una cosa buona ma deve sempre permettere la convivenza tra le differenze. E’ un po’ come nelle arti marziali: il mio ordine interno mi permette di interagire con serenità con l’esterno e di agire se ce n’è il bisogno, cercando di danneggiare il meno possibile. Questo è il mio concetto di ordine e non “se non fai come ti dico ti punisco”. La destra non ammette aberrazioni e purtroppo la natura ne è piena. Ora basta che mi sto perdendo nei miei pensieri e la risposta diventa incasinata! Anzichè pensare a quelli che ti sgridano, ti prego, pensa alle cose che ti legano alla destra e discutine senza timore di essere giudicata. Potremmo non arrivare mai a incontrarci, ma almeno non ci scanneremo per cose che supponiamo una dell’altra dandole x scontate.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 4:40 PM

    sono di destra. NON FASCISTA.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 4:42 PM

    …scusa!

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 4:47 PM

    la destra non permette aberrazioni?ma di che destra parli?la tua amica era fascista e poi ha scoperto che era un fatto estetico?no guarda…allora…vesto di nero perchè snellisce…non ho mai detto niente di fascista…tranne quando per provocare reazioni dico che certe cose sono amorali, che la società ci vuole così o cosà…e tutti urlano allo scandalo così chiaccheriamo…solitamente va a finire che mi danno della repressa e io faccio finta di incazzarmi. Io non so sinceramente dove ho scritto di essere fascista. se l’ho scritto mi sono confusa. credo in una destra democratica. Per quanto riguarda il primo pezzo del tuo commento…scusa ma stai parlando del precedente governo o sbaglio?i ragazzini che urlano allo scandalo e vanno in giro con la marca in culo sono figli di una sinistra falsa.però, siccome il tuo commento mi è sembrato poco “lungimirante” forse è meglio che la chiudiamo qui.mi tengo tranquillamente il ruolo che mi si da. me be frega fino ad un certo punto. non sono convincente?bè…ti dico solo che certamente non sono la tua amica di cui parli sopra…e sopratutto…se fossi fascista voterei Rauti e non andrei in giro a dire di essermi pentita di aver votato per fini.ciao ciao…;)

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 4:50 PM

    lasciamo stare dai. se si è diversi è spiegabile fino ad un certo punto!!!sai quando ti prudono le mani, non riesci a spiegare esattamente cos’è…ma è un impulso che ti provoca reazione?ecco…mi succede quando provo a pensare che magari in fondo non sono di destra….sono in crisi forse per questa cosa, perchè le cose non vanno come io volevo andassero con il mio voto…delusa…ma ancora di destra…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 4:51 PM

    ups…lo “scusa”l’ho visto ora…niente scuse!;)

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 5:09 PM

    Non ho paragonato la mia amica a te. Non credo in una destra democratica perchè nulla di democratico è mai uscito dalla destra (forse mi sbaglio, non so, finora ho visto che me lo stanno mettendo nel sedere senza vaselina). Non ti ho dato della repressa ma nemmeno tu mi stai dicendo cosa ti piace della destra (cos’è, ad esempio, x te la giustizia ferrea). Stavo parlando del governo dal dopoguerra fino a oggi con una piccolissima oasi di pace poco prima del berlusca. Sinistra o destra, false che siano, sempre figli del capitalismo siamo. O quelli di destra non vanno in giro vestiti firmati? Poco “lungimirante”?!!! O__o’ Guardo solo quello che sta succedendo in Italia! Nessuno ti ha dato un ruolo se non quello che ti sei imposta. La gente è libera di cambiare ed evolversi, se vuole. Ti ho chiamata fascista. Ti ho chiesto scusa. Solitamente io chiamo fascisti quelli di destra, comunisti quelli di sinistra e democristiani quelli del centro. Solo per semplificare il discorso. Non sei convincente perchè non hai argomentato nessuna tua opinione, se non quella sull’assistenzialismo. Se non ti spieghi, non puoi arrabbiarti che gli altri non capiscano.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 5:11 PM

    Il mio commento l’ho messo prima di aver visto il tuo ultimo. Decidiamo di non scannarci ma non incazziamoci per le nostre diversità. La regola fondamentale per convivere in serenità è parlare e spiegarsi. Il resto viene da se.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 5:13 PM

    di rado ho visto una tale marea d contraddizioni, controsensi, ingenuità e luoghi comuni concentrarsi in una persona sola. Apprezzo il tuo sforzo di voler discutere, Sosetta, ma tu non hai mai letto niente ne di destra, ne di sinistra, questo mi pare evidente. Ragioni per “sentito dire”, metti in mezzo anarchia e caos (parlando poi di caos e natura in maniera bizzarra), sul tuo blog scrivi “BOIA CHI MOLLA” e poi dici che nn sei fascista, che sei confusa. E secondo me hai ragione, sei confusa. Ebbene leggi, leggi, documèntati, mostra a te stessa che sei VIVA, che hai una testa e che non t bastano quelle due minchiate che hai sentito dire in autobus o alla tv, cazzo di buddah…

  • lefty333boy  Il febbraio 4, 2004 alle 5:14 PM

    BON-GIUR AMUR :-))))))))))))))))))

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:28 PM

    Ame tesoro…mi sembra di aver già detto che non sono molto interessata alla politica.”Boia chi molla” è un incoraggiamento tesoro. non ho mai letto niente di destra o sinistra?mai detto il contrario…sinceramente non mi sono mai professata una super esperta…ho letto solo De Felice, all’Università. Se vuoi dire che io sono confusa…mi spiace…ti ho preceduto.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:31 PM

    ma di cosa mi devo documentare?io cosa intendo per destra non posso riassumertelo qui in tre commenti messi in croce. ho detto cosa mi va e cosa non mi va. ti sembro fascista?ma che vuoi che ti dica?guarda che quello intollerante sei tu. Cmq leggo cicci, ma quello che mi piace…e siccome ho già detto che preferisco ache altri si occupino di politica…mi spieghi perchè dovrei passare il mio tempo a leggere cose che non mi piacciono?

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:32 PM

    Ame inizio a sospettare che tu veramente legga una riga si e una riga no…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:34 PM

    giustizia ferrea per me vuol dire che se una persona viene messa in galera perchè mandante di un omicidio, che ci resti cazzo. e nessuno chieda la grazia….e mi è sfuggita l’oasi di pace prima di berlusconi…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:35 PM

    Amleto…un’ultima cosa…natura, caos e anarchia non li ho messi in mezzo io…cazzo..tu non leggi veramente…

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 5:37 PM

    …”piccolissima” oasi di pace!

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:39 PM

    era molto piccola allora…

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 5:56 PM

    Ame tesoro…mi sembra di aver già detto che non sono molto interessata alla politica eppure ne stai parlando da un po. Ennesima contraddizione. “Boia chi molla” è un incoraggiamento tesoro e “Sieg Heil” è un saluto. non ho mai letto niente di destra o sinistra?mai detto il contrario…sinceramente non mi sono mai professata una super esperta…ho letto solo De Felice, all’Università. tradotto: non hai un solo argomento a disposizione, a parte tante voci sentite chissà dove, chissà come. Se vuoi dire che io sono confusa…mi spiace…ti ho preceduto. qui hai perfettamente ragione.
    ma di cosa mi devo documentare?io cosa intendo per destra non posso riassumertelo qui in tre commenti messi in croce e difatti non puoi, perché a parte quei 3-4 luoghi comuni che t piace mettere in ballo, non hai altro. Documentarti significherebbe vedere se quello che hai sentito in giro corrisponde a verità oppure no. Riflettici, non è un cattivo consiglio il mio. Il buon senso dice che per lo meno, se vuoi parlare di una cosa, sosetta, sappi di cosa vuoi parlare… giustizia ferrea per me vuol dire che se una persona viene messa in galera perchè mandante di un omicidio, che ci resti cazzo. e nessuno chieda la grazia….e mi è sfuggita l’oasi di pace prima di berlusconi… per “oasi di pace prima di berlusconi” intendi tangentopoli, gli (innumerevoli) attentati mafiosi, etc…? Se tutta la motivazione del tuo voto a AN risiede nell’unico fatto che volevi tenere in gabbia un “terribile mostro” come Sofri, allora mi pare proprio che c sia qualcosa d personale fra te e lui…….

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:58 PM

    Ame l’oasi di pace non l’ho citata io e sinceramente non so quale sia…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 5:59 PM

    Ame non vivo di politica, porcaputtana!!!!!!!!!il fatto che ne parli un pomeriggio intero cosa vuol dire?io non sono del parere che si fa politica in ogni gesto e momento…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 6:01 PM

    stavo parlando sul perchè ho votato a destra, sul perchè non sono di sinistra.e non credo di averne dato prova solo oggi.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 6:03 PM

    Ame…fai una cosa…in questo caso rileggiti tutti i commenti…visto che uno deve parlare solo se documentato…

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 6:06 PM

    uh…i riot-boys contro lo spettro del fascismo che risorge…sosetta sei l’anticristo e non me l’avevi detto?

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 6:08 PM

    La piccola oasi di pace a cui mi riferivo era la situazione sanitaria del pre-berlusca. Se una persona stava male, ma proprio male, gli passavano tutte le medicine di base senza dover pagare, x non parlare del pronto soccorso. Io ringrazio di essere stata male prima e non adesso. Come dicevo, l’uomo non è alla disperazione se mangia ed è in salute. L’attuale condizione di governo ci “consente di scendere in campo” ma non ci lascia nemmeno i soldi della carta igienica x pulirci il sedere.

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 6:08 PM

    ameleht prima di leggere qualcosa di destra o di sinistra leggi e basta…si vede da come scrivi che leggi solo bruno vespa e santoro intervallati da ammaniti

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 6:10 PM

    questo discorso è troppo lungo. per arrivare a questo mondo utopico nonchè utopistico è necessaria la rinuncia totale dei beni da parte di tutti (come diceva un ometto che non aveva capito proprio un cazzo)…dovremmo iniziare a spegnere i piccì e a toglierci le scarpe. per favore non fatemi ridere…

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 6:17 PM

    giocando ‘anticipo vi avverto di non darmi della fascista. punto primo, perchè non lo sono. punto secondo, perchè la politica mi scorre addosso come acqua sull’olio. e non venitemi a dire che si fa politica anche quando si comprano le mutande, è una vecchia stronzata.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 6:31 PM

    se lo dici tu, pollianna… P.S.: non guardo bruno vespa, non guardavo santoro (guardo pochissima tv, quel poco che so a riguardo l’ho letto su internet), d ammaniti ho letto un racconto solo tanti anni fa, ma se dici così evidentemente a riguardo ne sai molto più d me. O forse non sai niente come sosetta e parli per parlare.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 6:34 PM

    Pj hai ragione. E’ una stronzata talmente grande che è meglio non pensarci. Continuiamo a farci i cazzi nostri e a lasciare i problemi da risolvere a chi verrà dopo. In fondo la vita è troppo breve per farci questi problemi. Questo è lo stesso discorso che hanno fatto quelli della generazione prima della mia. Solo che a me non piace stare in apnea nella merda. Se so che il mio contributo , seppur piccolo, può far cambiare le cose, non sto di certo con le mani in mano.
    Se la politica ti scorre addosso, mi spieghi perchè ne parli? Solitamente io non parlo delle cose che non conosco. Evito così di farmi grandi figure di merda.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 6:36 PM

    questo discorso è troppo lungo. per arrivare a questo mondo utopico nonchè utopistico è necessaria la rinuncia totale dei beni da parte di tutti (come diceva un ometto che non aveva capito proprio un cazzo)…dovremmo iniziare a spegnere i piccì e a toglierci le scarpe. per favore non fatemi ridere… oh, se non c fossi tu, o pollianna, a cacare inediteperle di rara saggezza… cmq complimenti, sei riuscita a trovare un luogo comune che sosetta non aveva ancora tirato in ballo (e si che ne ha tirati tanti…)

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 6:57 PM

    Ameleht: sempre il solito arguto osservatore…com’è che i luoghi comuni in cui ti perdi tu non riesci a vederli? com’è che chi non è d’accordo con te non conosce le cose e affoga nei clichés?Lysandra, apprezzo il tuo modo di vedere le cose. Ma per come la vedo io, fino a quando sono io ad agire per il bene di chi mi sta intorno è un conto. Non vedo però un alto impegno civico nell’affidare ad altri il potere decisionale. Parlo di politica, il fatto che mi sia indifferente non significa che non la conosca. l’ho conosciuta, debitamente osservata e me ne sono distaccata. Sono intervenuta solo perchè mi ha fatto ridere vedervi tutti protesi e intenti nell’attaccare sosetta che è tutto fuorchè una fascistona rigida e composta. Ah già, voi non la conoscete…e come mi insegnate non si giudica chi non si conosce.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 7:12 PM

    com’è che i luoghi comuni in cui ti perdi tu non riesci a vederli? nulla t impedisce di farmeli notare, come io ho fatto con te (nel tuo caso permettimi di dire che non c vuole un genio per capire che il tuo discorso vivacchia di scontatezze). com’è che chi non è d’accordo con te non conosce le cose e affoga nei clichés? Non direi. Con Malacarne, per esempio, discutiamo spesso, e pur non essendo d’accordo con lui non gli ho mai detto d essere scontato, semplicemente perché lui non lo è. Nessuno ha giudicato nessuno qui dentro, t consiglio d usare un vocabolario se hai dubbi sul significato d qualche parola. Fossi in voi, invece di andare a cercare i “persecutori antifascisti”, andrei a cercare risposte ai miei dubbi. Ovviamente, sempre che voi ne abbiate, di dubbi.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 7:18 PM

    Non ci penso nemmeno ad attaccare Sosetta. Critico il suo modo di incazzarsi senza dare le dovute argomentazioni alle sue scelte. Se mi piace un libro, un film, ecc. (!) so perchè mi piace e se qualcuno esce fuori con la storia che fanno schifo io argomento sul perchè mi piacciono. Non posso solo dire “perchè mi piace”. A maggior ragione con la politica. Le critiche sono valide se sono costruttive. Se qualcuno critica le mie scelte mi va bene purchè mi spieghi punto per punto cosa c’è che non va. Voglio che la gente lo faccia con me come io lo faccio con loro. Non mi sembra, questo, motivo per incazzarsi.
    Per come la vedo io, quella ai vertici non è politica ma puro interesse economico personale. Davvero credi che se dieci persone decidono che la popolazione deve buttarsi dal famoso ponte, tutti abbassano la testa e si buttano?! Ricordati che se cadi in un formicaio, per quanto piccole siano le formiche, sarai tu ad avere la peggio. Questo per dirti che se il popolo capisse davvero il tipo di potere che ha in mano, non saremmo così nella merda.

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 7:22 PM

    A quanto pare ho più dubbi di te. Non ti faccio notare le tue pecche semplicemente perchè non mi interessa e non mi sento in grado di farlo, visto che non ti conosco. Sei solo un indisponente che dagli altri si aspetta solo conferme e non confronti. che strano, con Malacarne ho discusso proprio qualche giorno fa, e da lui mi posso aspettare l’esposizione di un punto di vista che mi arricchisce e mai mi infastidisce.

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 7:36 PM

    vabbè. il fatto che il problema sia a dir poco annoso dimostra che la soluzione non sia poi così banale.Lysandra cmq stimo il tuo modo di difendere le tue idee. Ameleht sei sempre il solito. dopo che tollero il fatto che ti depili il petto posso tollerare tutto.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 7:37 PM

    A quanto pare ho più dubbi di te a quanto pare? E da cosa “parrebbe”? 😉
    Non ti faccio notare le tue pecche semplicemente perchè non mi interessa e non mi sento in grado di farlo, visto che non ti conosco non ti interessa farmi notare le mie pecche, dici che non sei in grado di farlo, e allora mi chiedo com’è che sei in grado d riconoscere le mie pecche, boh…. non mi conosci, però mi giudichi (eppure, secondo quel che dici, non si dovrebbe giudicareblablabla…) proprio un attimo dopo: Sei solo un indisponente che dagli altri si aspetta solo conferme e non confronti. cosa poi voglia dire questo tuo “giudizio”, io non l’ho capito, perdonami. che strano, con Malacarne ho discusso proprio qualche giorno fa, e da lui mi posso aspettare l’esposizione di un punto di vista che mi arricchisce e mai mi infastidisce. la cosa ridicola è che praticamente ammetti di lasciarti infastidire dalle mie considerazioni (che, a ben vedere, non sono attacchi personali, ma semplici deduzioni). Beh, pollianna, se a parte i clichè quello che riesci a tirare fuori è tutto qui (“io nn so, non mi interessa, nn sono in grado”), mi spiace tanto, ma io nn c’entro niente; faresti meglio a parlare con qualche argomento in più.

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 7:46 PM

    non penso di dover sfoderare i miei argomenti con te e soprattutto in questa sede. detto papale papale mi hai rotto il cazzo.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 7:46 PM

    Tutto questo l’ho scatenato con una battuta ridicola! ^__^’
    E’ proprio il caso di dire che questo è il famoso battito d’ali di farfalla che provoca un uragano! 😀
    Giuro, non volevo!

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 7:47 PM

    Propongo un time-out x la cena.

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 7:48 PM

    A proposito: Malacà, che fine hai fatto? Ti abbiamo squottato il blog 😉

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 7:55 PM

    Ti rompo il cazzo, pollianna? Più della tua ignoranza? Senza rancore, non sei cattiva, ma parli troppo 😉 e… lysandra, secondo me ogni tanto c vuole… mi scuso anch’io col fratuzzu malacarne per l’abusivismo blogghilizio……..

  • klingsor  Il febbraio 4, 2004 alle 8:19 PM

    bel casino fratellino mio, hai tirato su un bel casino solo con l’esistere. pero tra le tante parole a caso ed in liberta’ io vorrei una voce che urli E’ ORA DI ARRABBIARSI DI NUOVO. E’ ORA DI SCHIERARSI. basta fare slalom sintattici e reotirici sul fascismo si/no, no sono fascista si lo sono sono di destra si no porcoiddio!!! chi scrive BOIA CHI MOLLA si aspetti le conseguenze delle sue esternazioni, e l’anarchia presuppone, nelle sue basi teoriche, grandi ideali di giustizia e liberta’. NON la casa delle liberta’, alla quale preferisco il casino delle liberta’.
    hasta pronto, ogni fascista buono e’ il fascista…??

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 8:31 PM

    ameleht genio incomprensibile perchè illetterato, ti basta così poco per capire quanto e cosa una persona conosce? quante volte te lo devo dire? per te sono e rimarrò una scritta su uno schermo. e ti dirò: non sai cosa ti perdi.

  • Ameleht  Il febbraio 4, 2004 alle 9:00 PM

    pollianna, t chiedo un favore, spalanca gli occhioni: se una persona viene a discutere di politica con me mostrandomi di non saperne nulla (e negando, se sollecitata, di argomentare), mi pare perfettamente lecito dirle che in materia è del tutto ignorante. Tu vieni qua, sfoderi due minchiate trite e ritrite (t sfido a dimostrarmi che non lo sono, ma ovviamente non t interessa dimostrare nulla, vero? ;)), e t stupisci se qualcuno t da dell’ignorante? Dico ma ce l’hai un amor proprio, o è che t piace mostrarti così ingenua?

    non lo so che cosa mi perdo, perché non lo mostri, non mostri nulla: parli parli, ma non argomenti, non dici niente. Non ti interessa argomentare, come dici, però ti interessa tornare qui e tirartela (bizzarro e un po masochista, almeno dal mio punto di vista). Beh, ognuno ha gli interessi che si merita

  • anonimo  Il febbraio 4, 2004 alle 9:18 PM

    ameleht sono intervenuta solo per dire che come al solito stavate esagerando a proposito della presunta “fascisteria” di sosetta. non ho espresso una posizione politica, ho detto solo che non me ne frega niente, perchè i primi a fottersene sono quelli che la politica la fanno. non mi stupisce il tuo parere sulle mie presunte conoscenze, non mi interessa esplorare ancora questo campo. so solo che il mondo è pieno di gente che parla di stato sociale e non sa di CHI sta parlando. io lo stato sociale lo vivo. e oltre questo non voglio andare. o ci devo andare perchè devo rispondere alle interrogazioni del mio professorino?

  • anonimo  Il febbraio 4, 2004 alle 9:21 PM

    non ho mostrato minchiate trite e ritrite, nè era mia intenzione brillare in originalità. forse era il tuo obiettivo ma non ne sarei certa, visti i risultati.

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 9:26 PM

    la situazione mi è scappata di mano, minkia ero andato a fare una cosa e viri chi burdellu, ora mi leggo che cacchio è successo (tolgo dancing queen perché sentirla 20 volte ha effetti deleteri sui miei nervi, scusa Lefty, è estrema necessità;))

  • pollyjean  Il febbraio 4, 2004 alle 9:33 PM

    lefty…anzichè metterci “infinite” nel tag lascia le virgolette vuote! 😀 ps.malacarne non è colpa mia!!!

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 10:13 PM

    Mi sono fatto alcune idee, probabilmente convalido una teoria “preconcetta”, ma pazienza: 1) Il fascismo è eterno e, prima che politico, mentale. Prova ne è che la maggior parte delle persone con cui parlo non sanno “perché ” sono di destra. Sul concetto di fascismo invito a leggere 5 scritti morali di Eco (è davvero un libretto piccolissimo e la parte che riguarda l’ur-fascismo saranno 20 pag. l’ho letto a 15 anni , per dirvi che è scorrevole). magari un’altra volta vi faccio un riassuntino, così ci capiamo quando vi dò dei fascisti. 2) Il fascismo muove secondo slogan: giustizia ferrea (quando la Giustizia sarebbe sufficiente), Ordine, Famiglia, Lavoro, ma non è argomentativo è assertivo. Fin dal primo commento quello della signora Mueller che pensava di non avere a che fare con la politica e questo ha consentito di deportare la vicina ebrea, non volevo richiamarmi a vecchie polemiche (e poi lo so anch’io che Stalin ha tradito il comunismo), stavo dicendo che ogni nostra azione e non azione è un atto politico, anche il non interessarsi alla politica ha conseguenze: il tuo silenzio fortifica chi parla (ma su questo ha già parlato ampiamente Lysandra ). se una persona ritiene di essere di destra e basta, cioè in astratto per sentimento irrazionale, un po’ come ci si sente donna anche se hai la minchia immenzu i cosci , mi può stare bene, il problema si pone quando si è chiamati ad eleggere dei rappresentanti (non un capo o paparino bello o un poliziotto con lunga spranga che ti bastoni, bensì un rappresentante, meglio, un SERVO DEL POPOLO). Quando voti qualcuno accetti un paccheto di proposte, dei programmi (non so se te l’hanno insegnato all’università , io l’ho imparato in terza media) , oggi con la “crisi ideologica” di cui tutti parlano (ma quando mai…) , ancor più di prima. <br< Sosetta Polly, uno può sentirsi di destra bionda anche se calva, bona anche se cesso e non cambia molto, ma quando voti non voti per come ti senti , voti per un programma se tu voti Bossi-Fini (se non sai cos’è un ossimoro eccone uno in carne e ossa), stai votando uno che ce l’ha coi meridionali e vuole il federalismo e uno che è nazionalista . Voti due che quanto a individualismo (di cui parli) non mi pare abbiamno dato prova: non sei libero di sperimentare cenza ledere gli altri (equiparazione droghe leggere alla merda) , non sei libero di circolare liberamente e cercare di lavorare se la nazione in cui sei nato sta morendo di fame a causa dell’occidente (questione immigrazione), non sei libero di dividere la vita con chi vuoi ed avere pari diritti e dignità degli altri 8questione omosessuale), non sei libera di usare il tuo utero come vuoi (obbligo di farsi impiantare tutti gli embrioni nella fecondazione assistita anche qaulora risultino malati, tentativo di limitare la possibilità di aborto. Cos’altro hai votato?

  • anonimo  Il febbraio 4, 2004 alle 10:22 PM

    una cosa è certa, sosè… hai sparato molte, ma molte cazzate.

  • toschina  Il febbraio 4, 2004 alle 10:24 PM

    ……che ognuno esponga le proprie idee senza necessariamente attaccare o sentirsi attaccato da chi non la pensa come lui..in effetti nei commenti sotto ho letto solo insulti e poche argomentazioni…chi ha qualcosa da dire lo dica altrimenti vada a fare altro..e che cazzo!!! Buonanotte.

  • anonimo  Il febbraio 4, 2004 alle 10:24 PM

    scusa per lo spazio dedicato ad una discussione già finita, fratè… ma quando ci vuole ci vuole…

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 10:25 PM

    ah ecco : un governo per due anni ha pensato solo a leggi fatte apposta per Berlusca: rogatorie e questione televisiva. parlavamo di Stalin, ci sono cose che non mi vanno bene del suo operato (e sulle reti fininvest se ne fa un gran parlare, senza accorgersi dell’uomorismo involontario, ma tanto la gente è stupida in genere e non se ne accorge): epurazione degli intellettuali, controlo tramite il partito di ogni forma di espressione , militarismo. e ci sono almeno tre cose che non mi vanno bene nel governo attuale. EPURAZIONE DEGLI INTELLETTUALI ( Biagi, Santoro, Luttazi, Guzzanti, Grillo e, ovviamente , Dario FO ), controllo dei mezzi di comunicazione ed informazione (inutile dirlo), militarismo (intervento a fianco degli americani nella guerra neocoloniale , ridicola anch’essa dal momento che l’unica differenza fra Saddam, o Stalin, Hitler e Mussolini, da un lato, e Bush Berlusconi dall’altro sono i modi in cui attuano la censura e la repressione. Si continua a dire. l’ha eletto il popolo , infatti, un popolo di gente che è di destra perché glielo ditta dentra un non so che e non si rende conto dell’ipnosi. E poi anche Stalin e hitler l’hanno eletti il popolo…

  • malacarne  Il febbraio 4, 2004 alle 10:26 PM

    buona notte a tutti;))

  • anonimo  Il febbraio 4, 2004 alle 10:26 PM

    non è una questione di sentirsi attaccati. è un non riuscire ad accettare una realtà che non mi piace, che non dovrebbe essere così. è questo quello che sento, tutto qui. per il resto non voglio aggiungere altro fuoco…

  • toschina  Il febbraio 4, 2004 alle 10:32 PM

    ..e mi dispiace doverlo dire: polly e sosetta argomentate e non sentitevi solo giudicate…l’attacco è l’arma dei deboli ( questo in generale..)…sosetta: ” quando esponi un’idea tu sei dall’altra parte e tutti ti sgridano”…non sentirti sgridata..tu sei come sei e sii orgogliosa di questo indipendentemente da ciò che gli altri possono pensare…se sei convinta di un’idea sostienila. Punto. Non la pensiamo tutti allo stesso modo..;) Notte.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 10:33 PM

    malacarne…io non vorrei essere ripetitiva…ma ho detto e stredetto di essermi pentita di avere votato fini e compagnia cantante. secondo: non ho detto di essere un’esperta. ma sinceramente sono stanca.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 10:34 PM

    Bo…tutti mi sgridano era ironico.

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 10:36 PM

    Bo io ho semplicemente detto perchè mi avvicino alla destra. e mi sembra che sia spesso una cosa che viene fuori senza stare a dissertare. ma con questo non intendevo dire”io sono il guru della destra.”. non lo sono. sono il guru di altre cose. questo si…

  • sosetta  Il febbraio 4, 2004 alle 10:37 PM

    Per quanto riguarda tutto quello che hanno combinato quelli di questo governo…non ho bisogno di elenchi e non ho detto il contrario. anzi credo di avere detto che questo governo mi ha deluso…

  • lysandracoridon  Il febbraio 4, 2004 alle 10:38 PM

    Ah! Malacarne ex machina!

  • toschina  Il febbraio 4, 2004 alle 11:06 PM

    ..sosetta, ma io ti ho capita…ma tu esponi le tue idee poi se qualcuno ritiene di vederci che sei di destra, fascista..o quant’altro..bene!! Lo faccia…non sei obbligata a rispondere o a giustificare il xchè delle tue idee politiche…ho riletto i tuoi commenti e hai spiegato ciò che senti, ciò che vivi, ciò che la destra rappresenta x te (i valori che essa rappresenta x te) e ti senti delusa xchè di fatto gli ideali in cui tu credi non vengono attuati nella realtà….io sono di sinistra (retaggio culturale della mia famiglia) e mi sento di sinistra per gli ideali che essa rappresenta..e continuo ad esserlo anche se i politici della sinistra sono tutto tranne che di sinistra…la confusione nasce xchè da un lato ci sono gli ideali dall’altra parte ci sono gli uomini ai quali nel momento in cui hanno nelle mani il potere pensano a come fare x mantenerlo e se ne strafottono di questi ideali…ciao sosetta, buona notte e non darti pena…sei bella..BO

  • pollyjean  Il febbraio 5, 2004 alle 12:32 am

    se è questo che vi preoccupa, state pur tranquilli, a votare ci vado lo stesso, non rinuncio a ciò che mi hanno detto essere un mio diritto-dovere. Ma mi dispiace: il pacchetto che desidero io non me lo offre nessun partito. se fare politica significa schierarsi affinchè la mia vicina di casa non venga eventualmente deportata, allora ok, faccio politica anch’io…ma se sento uno che per strada insulta rutelli, bertinotti, berlusconi, fini o quant’altro non vi aspettiate che perda il mio tempo a difendere il mio “paladino”. a chi mi dice argomenta io rispondo “I care”, è l’unica cosa che guida i miei modi di agire quotidiani.[perchè IO agisco, non mi riempio la bocca di parole che mi rendono nobile agli occhi di chi legge due stronzate su un blog]…mi sono schierata a mio modo. se vi va di vedere il Mondo in enne-dimensioni anzichè 2 ok, altrimenti non so che farci.

  • Ameleht  Il febbraio 5, 2004 alle 1:08 am

    lei agisce, cazzo deheheehhehe

  • Fottenberg  Il febbraio 5, 2004 alle 5:13 am

    Mi intrometto in questo fantasmagorigo post per dire una cosa che la mia mente partorì un annetto fa, anche se il nick che ho per adesso dà tutto fuorchè credibilità…
    Io mi sono letto tutto questa sequela di commenti e sono rimasto affascinato dagli esempi di chiusura mentale (in ambito politico) che qui vengono ampiamente mostrati e delucidati. Ho visto cose del genere soltanto in forum dove si parlava di religione e calcio.
    Ebbene sì, perchè la religione, la politica ed il calcio sono gli unici 3 ambienti mentali dell’uomo dove è richiesta grande prova di fede. Nella religione tifi per il tuo Dio e mandi slogan cattivi al Dio avversario, e dici che non vincerà mai il prossimo derby. Poi in campagna elettorale veneri il tuo leader e si fanno delle messe in suo onore (non vedo altro vocabolo a parte che possa identificare i comizi politici dove i politicanti parlano e i fedeli-membri del partito applaudono ad ogni discorso). Poi Mohammed mi manda la bomba in casa mentre sono seduto comodamente al cesso, giustificandosi del fatto che sono uno sporco cristiano che ha distrutto il suo bel mondo islamico; noi di tutta risposta rispediamo le bombe posto casa ai Mohammed di turno con tanto di omaggi e finale presa per il culo (perchè è per il loro bene!!! ci manca solo che dicono “un giorno capirete e ci ringrazierete”).
    Allora chiedo a tutti voi che parlate di politica (con o senza ausilio di testi politici e riscontri politico-culturali) Non vi rendete conto che la politica come la religione, il calcio anche se in minor misura, sono soltanto metodi studfiati da secoli per dirottare il centro della nostra attenzione dai problemi veri? questa non è politica, è ECONOMIA!!! anche la religione è ECONOMIA!!! si parla sempre e solo di soldi. e quando non si parla di soldi, sono i soldi stessi che muovono i discorsi. TUtto è in funzione del denaro. Pensate: se non ci fosse denaro non ci sarebbe politica! e non mi venite a dire che non è possibile una società senza denaro, ovviamente senza ricorrere al baratto.
    Non vi scannate tra di voi sugli orientamenti politici, andate a scannare chi sta al potere e il parroco di turno.

    NIHIL

    Ps: non sono anarchico, sono solo un ragazzino di quasi ventanni che vorrebbe che il mondo filasse per il verso giusto.

  • Fottenberg  Il febbraio 5, 2004 alle 5:14 am

    non era “fantasmagorigo” ma fantasmagorico. Fantasmagorigo mi sembra un nuovo tipo di formaggio surgelato.

  • lysandracoridon  Il febbraio 5, 2004 alle 8:13 am

    Fottemberg, era appunto questo che dicevo. Chi sta su è talmente accecato dal potere e dagli interessi personali che non gliene frega niente delle cacchette come noi. Dato che è tutto un problema economico rivolto a svuotare le nostre tasche (che di x se sono già vuote), se non capiamo che è da noi che parte la scelta di farci o meno prendere x il culo, allora è giusto che ci trattino come degli imbecilli. Non possiamo cambiare le cose partendo da cosa scegliamo di comprare? In realtà questo è il potere più grande che ci è concesso. In Francia, mi pare nel 2000 ma non ricordo bene, un boicottaggio contro i prodotti danone è riuscito a far reintegrare un gruppo di operai licenziati senza causa. E’ bastato non comprare più i prodotti con quel marchio. Si muore forse, comprando altri prodotti simili da ditte un po’ più oneste? Il governo punta a renderci schiavi privandoci dei mezzi di conforto ma lasciandoci quel po’ che basta a non renderci disperati. Governo e aziende. Li unisco perchè i nostri problemi sono strettamente legati a questa unione. Per i libri (di storia, politica, economia, ecc), ti posso solo dire che si leggono perchè sono portatori di memoria e, in quanto tali, esempio per non ripetere stupidi errori. Faresti bene a leggerli per capire quali errori sono evitabili per il buon vivere. Una volta che li hai letti, esci da casa e applica quello che reputi giusto al tuo modo di vivere. Se non si lotta per la sopravvivenza sfruttando al massimo i pochi mezzi che abbiamo a disposizione, allora è giusto che ci rendano schiavi e ci prendano pure in giro. Lo dico perchè ci credo. Perchè non ho un dio, una squadra di calcio e nemmeno un partito. Quello in cui credo è il rispetto per la dignità umana e non posso avere rispetto per gli altri se prima non rispetto me stessa.

  • malacarne  Il febbraio 5, 2004 alle 11:52 am

    fottenberg ed io che a causa tua ho fatto l’incubo della formalina ehehe (spero almeno che ti abbiamo convinto a non sentirti immune dalla minaccia hiv perché non fai marchette , costano quanto un pacchetto di sigarette i profilattici- a proposito di denaro che muove il mondo … in effetti alcuni di noi hanno solo fatto spot elettorali: Giustizia di ferro, Ordine , Merito (salo poi agire: leggi, cazzeggiare on line da mattina a sera perchè loro non vogliono l’assistenzialismo, vogliono continuare a non fare un cazzo pur essendo pagati e lasciare gli altri che magari hanno uguali o maggiori capacità in mezzo alla strada, con la convinzione di essere delle persone che si sono meritate i loro privilegi…Non mi disturba l’idea di essere un intrattenitore gratuito per il fancazzismo “politico” di chi , sfruttato e sottopagato dall’impresa, magari con contratti assurdi , si vendica essendo il meno produttivo possibile, mi piace quasi, ma davvero mi viene voglia di chiudere quando sento che a parlare di assistenzialismo e merito sono gli stessi che non fanno un cazzo tutto il giorno! che coraggio… lasciamo stare, sulla questione di parlare sui fatti, ho cercato di riportare la conversazione ai fatti elencando che cosa si è votato votando a destra, a prescindere da come ci si senta. Mi spiego, Sosetta o Heela possono sentirsi di destra, le ideologie o gli spot poco inmportano in questa sede, ma dovrebbero sapere che cosa hanno votato , e lo sanno pure loro perché non sono stupide, l’hanno visto. l’invito mio è semplicemente quello di pensare non a come si sentono, cioè di non votare con la figa (o la minchia) ma con la testa: poi possono anche votare a destra in perfetta coscienza di fare un torto alle fasce medie , per non parlare dei poveri, agli immigrati, agli omosessuali, alle libertà , alle donne stesse. Mi disturba più che altro l’incoerenza di farmi tante carezzine e poi votare perché io (e molti altri) stiano male, meglio quelli di forza nuova, almeno dicono chiaro che gli fai schifo e non meriti diritti di sorta, perchè sei estracomunitario, o musulmano o gay…

  • Ameleht  Il febbraio 5, 2004 alle 11:55 am

    Io ho solo, ripeto, solo fatto notare a heela e sosetta che le loro considerazioni in fatto di politica, enunciate con piglio più che sicuro, sono considerazioni basate su decrepiti luoghi comuni e su una notevole ignoranza della materia. La reazione suscitata l’avete vista tutti, descriverla sarebbe superfluo. Poi ovviamente basta poco per fare le vittime dei “comunisti”, Berlusconi insegna.

  • malacarne  Il febbraio 5, 2004 alle 12:27 PM

    ora scrivo due cosette perché qui sta succedendo un casino, non mettiamo alla gogna chi non la pensa come noi, al massino sproniamo a dare una scossa al prorpio pensiero, un colpo di gong.. sussurriamo un consiglio : ve’ gonga! (cioè : da’ un colpo di gong al tuo pensiero altrimenti sarà una vergonga… questa la capiamo in 4 eheh:))

  • amarantide  Il febbraio 5, 2004 alle 12:49 PM

    sei molto ottimista se credi di ottenere qualcosa da menti che si sono dimostrate ottenebrate dall’imbecillità.
    quando dicevi che dall’università escono tanti scimuniti… altro che “e grazie a libri della cultura di sinistra, a scuola ho imparato la storia distorta” (ma quella persona non ha anche detto di aver letto solo De Felice all’università? non mi risulta che De Felice sia stato esattamente un esponente della cultura di sinistra).
    forse occorre chiedersi quali siano i motivi di questo diffuso pressapochismo, di questa confusione che rende incapaci le persone di argomentare le loro idee. se di “loro idee” si può parlare.
    dicono di essere per l’individualismo e non si rendono conto di far parte invece della massa di condizionati dalle informazioni, quelle certo non-distorte (!), televisive.
    si dicono pentiti di aver votato per l’attuale governo: certo c’era bisogno di vederlo all’opera, come se i vari personaggi che lo compongono non fossero già stati noti da anni per le loro malefatte e non fosse lampante che la presa di potere politico sarebbe loro servita per legiferare a vantaggio dei loro sporchi interessi!
    il popolo elettore… la dignità di popolo esiste solo in particolari momenti storici, quando la massa è costretta a svegliarsi dall’abituale torpore da ipnosi. è sempre stato così e temo che questo purtroppo faccia parte della natura umana. non volevo crederci, non vorrei crederci, ma ne vedo la conferma continuamente.

  • Fottenberg  Il febbraio 5, 2004 alle 12:51 PM

    non mi stancherò mai di dire che FOttemberg non è il mio nick, anche se spunta così qui… è NIHIL quello vero che ormai uso da 4 anni…
    Forse lysandra non ha capito bene il concetto: quello che la gente vuole per stare al potere è che noi teniamo la nostra testa occupata a pensare da che parte stare, perchè tanto nessuno mai starà dalla SUA di parte… tutti correranno a scegliere come prenderla in culo, con la differenza che paghiamo noi per averla messa nel profondo!!!!
    Non pensare dove ti devi schierare, uccidi chi vuole il tuo schieramento, perchè ti vuole male. Nihil

  • lysandracoridon  Il febbraio 5, 2004 alle 1:52 PM

    Nihil, forse non hai capito tu: il governo VUOLE che la gente NON pensi. Ecco perchè la destra e la sinistra sono la stessa cosa, oggi. Tanto, ci stanno lobotomizzando con le informazioni distorte e le letterine e giochi a premi. Noi non pensiamo e loro possono fare il cavolo che vogliono. Non voglio mettere alla gogna chi la pensa diversamente da me. Voglio mettere alla gogna chi non pensa affatto.

  • pollyjean  Il febbraio 5, 2004 alle 3:20 PM

    cercavo di leggere ordinatamente ma ci sono cose che mi fermano: porca puttana:ho mai detto di aver votato a destra? forse dovreste sturarvi le orecchie anzichè partire in quarta con le tiritere con cui dite di “argomentare”. Ame quando io dico AGISCO lo posso dire perchè so di farlo. Tu non mi conosci e il tuo arcasmo è fuori luogo. Il sarcasmo lascialo fare a chi ne è in grado.

  • pollyjean  Il febbraio 5, 2004 alle 3:24 PM

    perchè io non ho la leggerezza di dare del pressapochista o dell’ignorante a nessuno? cazzarola, non ho espresso nessun punto di vista politico “con piglio sicuro”…ame cravat’a hulu..perchè leggete solo ciò che volete e sotto libera interpretazione?

  • malacarne  Il febbraio 6, 2004 alle 12:28 PM

    siamo ai “tu hai creduto che io ho detto X e io volevo dire x-1 hai frainteso, o se ho detto questo x volevo invece dire non – x “. Non sarebbe intelligente per tutti noi o dire chiaramente quello che pensiamo sopra un gruppo di leggi specifiche (o proposte) che ci convincono o meno, di una politica economica concreta, chessò sulle pensioni, la riforma del welfare, quello che volete, ma cose -fatti, posso anche “accettare” che si voti per un governo che non è assistenzialista ma spende per armi e militi in irak , mira alle missioni spaziali, condona ai miliardari, toglie tasse ai ricchi (successione). Porca puttana, fatti! ora tutti dicono ho sbagliato a votarlo, ma siccome si sentono “di destra” la prossima volta faranno la stessa cosa senza sapere che cosa fanno. certo se sei un miliardario posso anche capirti, guardi ai tuoi interessi (a proposito ho un amico d’infanzia in queste condizioni, ha avuto il culo di essere adottato da un avvocato della mafia, non posso che capirlo se vota F.I. ) , ma bisogna sapere cosa si fa, le conseguenze, il programma attuabile, le leggi che farà il tuo partito se andrà al governo (ad esempio anni fa ero per i ds e subito mi sono accorto di avere votato troppo a destra! grazie a dio mi sono ravveduto. E smettiamola di dire minchiate tipo: nel mio intimo sento di essere di destra (o di sinistra, o centro o vulcaniano, repubblicana, clingor) senza sapere il perché , altrimenti dimostriamo di essere peggio dei leghisti, votiamo per senso di appartenenza razziale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: