si spalanchino bocch…

si spalanchino bocche voraci d’inferno, sia la peste su di voi.

la peste su di voi.  e trama di apocalisse questo carcere infinito. se solo tu venissi tribunale invisibile.

mi hanno detto che ti eri ritirato, che hai trovato uno che ti piglia in casa, mi spara  Salvatore appena l’incrocio in viale. E’ sempre così  finta la voce della strada: basta che stai via una settimana e ti mettono sotto una balata di marmo. E poi che mi piglia in casa, come un  cane abbandonato.

se ̬ per questo Рrispondo Рmi avevano detto che eri morto.

Figurati, non ascoltarle ste froce maledette , è da dieci anni che mi danno per spacciato.

Salvatore ha un bell’ aspetto malgrado i dieci anni di sieropositività. E allora come va? ma la domanda vera è questa: a che punto della notte tu sprofondi o apocalisse?

ho negativizzato la carica virale – sorride di sbieco – e tu invece quand’è che ti fai infettare?

ma vaffanculo, alla faccia tua neanche una gonorrea o chessò un po’ di sifilide la candida o una bella epatite fulminante, solo le piattole l’altro giorno ora ho tolto tutti i peli, quarda le mie cosce sono ridicole ma almeno si vedono i muscoli, gli faccio calandomi le brache della tuta, tanto non passa niente in quel momento.

prima te lo prendi e prima te lo curi, ridacchia, ed io rido con lui, mentre canto il mio requiem tra i denti e brindo con la bottiglia ogni sera per chi non c’è in attesa che infine giunga la vera notte, quella nera.

e allora sta storia dell’alpino?

porcoddio le voci corrono , mille bocche affamate di sogni e di gogna, ecco la strada, e non si può inculare uno gratis due-tre sere che già qui vedono fedi al dito e tende a fiori alle finestre.

niente, mi vuole portare in sud tirolo a fare Cip e Ciop sugli alberi, che ne pensi?

vade retro satana, dice Salvatore;  ascolta , la sai l’ultima dal favoloso mondo degli etero?

ieri stavo alla Favorita, fermo in macchina , un tipo sulla staccionata , molto maschio, si tocca la patta si tocca e vedo un bel pezzo di carne , dico vabbè facciamoci sto pinnululi e scendo.

tipo etero, diciamo dai modi , non dice niente e si infratta, e neanche si gira, lo perdo di vista fra i rami e i cespugli e dopo un po’ me lo ritrovo, sai come? pantaloni  abbassati e di schiena, bellissimo culo senza peli,  tonde le chiappe come piace a me. Mi avvicino, manco si gira, lo sfioro, lo palpo e niente: il solito etero nuova generazione, penso: non bacia non succhia non carezza, lui è un buco.

è vero, ora che ci penso, da un paio di anni me ne capitano una marea.

e non sai niente, continua, quando gli metto le mani davanti scopro che il pinnuluni moscio che vedevo sotto la patta era invece un’emicrania in erezione, una cosa di sette centimetri spessa un pollice, che delusione, che schifo.

insomma me lo inculo, mi fa ahi, gli  dico:  t’ho fatto male? Macché s’era gia sborrato in mano al primo colpo. i buchi ultrasensibili, una cosa automatica . ed ecco che si riveste e panicato cerca di farsi strada fra i cespugli , non corre perché non vede bene al buio, fra i rami. Gli dico : ti faccio strada , gli chiedo il nome , mi segue ma non risponde, e quando arriviamo sul vialetto principale mi dà uno spintone e mi fa: se ci vediamo in giro non ci conosciamo lu capisti? accento maschio minaccioso dello zen . Ti pare ca sugnu frocio? io me la dò a gambe perché sti malati proprio non li sopporto, capaci di uscirti il coltello.

perché non gli tiravi na pietra in testa e ci schiacciavi lu ciriveddu a sta cosanùtele, gli dico.

figurati, tesoro, se mi sporco le mani. Tanto me li inculo senza preservativo. Non se lo crea lui il problema me lo devo creare io? poi bisogna sterminarli sti repressi, tanto mica si fanno il test e si curano. fra dieci anni se non si riproducessero il problema degli etero sarebbe risolto.

La peste ha avuto inizio , il vizio ha tracce visibili anche al nero più assoluto, la pestilenza è la tua arma, Salvatore, non hai più paura di nulla , sei fortissimo. è diventata improbabile un’altra morte da quando ha questo male in sé. La peste piova sui giusti e sugli iniqui, la peste su di voi.

Parola di  Salvatore, Immortale angelo della morte.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • VittimaNolente  Il aprile 15, 2004 alle 9:58 PM

    O_o salvatore è ntipu spacchiusu però.

  • polemiko  Il aprile 15, 2004 alle 11:23 PM

    … sti etero sono veramente strani, ha ragione Salvatore ;-))

  • regulus21  Il aprile 16, 2004 alle 12:27 am

    Mmmm, da quello che ho capito, quindi:Etero Maschio UomoO no?

  • whathefuck  Il aprile 16, 2004 alle 12:29 am

    alla faccia della selezioe naturale.

  • Exteban  Il aprile 16, 2004 alle 1:01 am

    bentornato picciotto.

  • wilDBoy  Il aprile 16, 2004 alle 1:10 am

    Molti etero son così, Malacarne. Non so se mi fanno più compassione o più rabbia. O forse nessuna delle due, forse alla fine ha ragione Salvatore, alla fine puoi solo ritrovarti indifferente. Non gliene frega a lui, ha giustamente detto, figuriamoci quanto può interessare a me…. Ma poi finisco sempre per commuovermi, anche quando ci sarebbe da sbadigliare….

  • malacarne  Il aprile 16, 2004 alle 1:00 PM

    è un po’ confusa la tassonomia, reg, per Maschio Salvatore ed io intendiamo solo l’atteggiamento, in pratica macho ma senza affettazione, la mascolinità comune. Invece nel mondo gay mediterraneo (sottosviluppato, cioè) per maschio si intende solo l’attivo, il passivo è la fimmina , insomma roba tipo vizietto, anche sta razza di omo è in estinzione comunque, sostituita dai Buchi (un Buco è il termine che usiamo da un paio di giorni per definire questi etero che vogliono provare la stimolazione della prostata e nient’altro). L’etero per Salvatore non esiste , comunque, è solo una definizione di comodo, quando dice etero intende omosessuale represso. Io invece penso che non esista neanche l’omosessualità, sono solo categorie sociali. Il tipo che la prende in culo ma non bacia e dice che gli viene da vomitare se la succhia, e che scopa anche con la ragazza , per me non è gay represso è uno cui piace prenderla in culo e basta, una tipa che va in cerca di gay dichiarati e effeminati per giunta è lesbo repressa? uno che si eccita solo con un tacco di donna sulla schiena? insomma siamo tutti polisessuali o semplicemente sessuali , le difinizioni servono alle statistiche e alle discriminazioni secondo me, ma poi risultano inutili appena vedi il mondo vero.

  • lysandracoridon  Il aprile 16, 2004 alle 4:28 PM

    se gli etero non si riproducessero non esisterebbero più omosessuali! A proposito di buchi, com’è andata la colonscopia?!!

  • Plumes  Il aprile 16, 2004 alle 6:23 PM

    Racconto Stupendo. Vero.

  • wilDBoy  Il aprile 16, 2004 alle 7:46 PM

    Interessante anche la spiegazione tassonomica. Un po’ quello che cercavo di dire con ironia e un po’ di sarcasmo nel mio commento. Alla fine etero, omo, bi, trans, a o p (ricordi di chat), p non eff, versatili, amanti del pissing e fobici del fisting… il tutto va a ridursi a ciò che piace fare in ambito sessuale. E se oggi a me va di travestirmi e fare l’attivo, domani invece giocare con una mia amica ed un suo amico oliandomi i muscoli, domenica prenderlo dietro da un transessuale che olezza di chanel… come mi si potrebbe definire? Ecco perchè mi trovo perfettamente d’accordo con te: le categorie valgono per quella mezz’ora di sesso, poi la loro importanza non esiste più, dopo siamo tutti più o meno simili….

  • malacarne  Il aprile 16, 2004 alle 11:07 PM

    wildboy magari la pensassimo tutti così, ma vaglielo a spiegare lysuccia, non essere catastro-fica;)) anche senza etero ci si riproduce benissimo:), sai com’è andata? niente arrivo lì e mi ritrovo davanti un’ amica che non vedevo da qualche anno, un genio che a 27 anni è già dottoressa, mi dice: ho letto il tuo cognome e ti ho fatto passare avanti, altrimenti se ne parlava dopo pasqua, ci teneva proprio a farmela lei la colonscopia, le ho detto: mi raccomando una dose massiccia di sedativo, non ho sentito niente, mi sono addormentato prima che iniziassero. Appena mi sveglio me la trovo accanto mi dice, tutto bene , non hai NIENTE , come? e allora? hai analizzato sta cosa? non c’è niente proprio o se c’era se n’è andato, io ero rincoglionito dal sedativo e mi ha riaccompagnato a casa la persona che era con me io non potevo guidare, non ho niente , ma la mia testa non ci crede e ieri ho avuto di nuovo sto mal di stomaco che è poi il mio male originale, non ci capisco na minchia…(grazie per averci pensato, lysuccia) ciao Plumes, veramente era scritto na merda sta cosa, l’ho peggiorata un po’ poco fa

  • regulus21  Il aprile 17, 2004 alle 2:08 am

    Ah, la colonscopia! Que dolor! Io senza anestesia… immagina!Niente Palermo per me, sarà per la prossima vita.

  • lysandracoridon  Il aprile 17, 2004 alle 11:54 am

    Non volevo essere catastro-fica! 😀 Ho diversi amici omosessuali con figli, ma se penso a tutti gli omosessuali che conosco, ben pochi di loro si riprodurrebbero con qualcuno del sesso opposto (piuttosto l’orticaria!) e l’inseminazione artificiale la trovo tanto triste. D’altra parte, se tutti gli etero fossero come me, la razza umana si estinguerebbe in fretta! ;))

  • regulus21  Il aprile 17, 2004 alle 9:52 PM

    Sigh… perché continui a modificarlo? 😦

  • atarax7  Il aprile 18, 2004 alle 1:55 am

    Io però ti immagino tanto un bravo ragazzo…

  • malacarne  Il aprile 18, 2004 alle 2:12 PM

    regulus, peccato che non scendi a Pa, il 21 c’è il concerto degli Xiu xiu meravigliosi ( io e gasp abbiamo deciso di farci il cantante , chissà se ci riusciamo, terrò aggiornati, che vergogna… come una groupie qualsiasi). Perché lo modifico? boh? non lo so neanche io , è tipo una malattia, una specie di mormorio incessante che cambia ogni volta che mi rileggo e cerco di adeguare quello che scrivo a sta voce, sono grave? (sì lo sono) io bravo ragazzo sono…

  • Dankan  Il aprile 18, 2004 alle 5:31 PM

    come ti butta?ciao.dankan.

  • regulus21  Il aprile 18, 2004 alle 9:10 PM

    Hai 2 msg di posta… arrispunni!

  • lefty333boy  Il aprile 18, 2004 alle 9:15 PM

    sono grave? (sì lo sono)

  • Diana  Il aprile 19, 2004 alle 1:54 PM

    Modificare il proprio post…un po’ come un pittore. Il quadro non sarà mai veramente completato.Certo che tu con le parole ci sai fare :)P.s.: perfettamente d’accordo con te e WildBoy circa le distinzioni sessuali. Durano quella mezz’ora…poi è solo pane per le statistiche.

  • coniglione  Il aprile 19, 2004 alle 3:13 PM

    eheh.. bello… minkia sei già a centomila

  • lefty333boy  Il aprile 19, 2004 alle 3:34 PM

    ciao lefty, quand’è che mi racconti qualcosina della tua infanzia vera? della vita di un ragazzo gay in Grecia? oppure del perchè sei andato via da lì “pur sapendo che perdendo la tua vita in quest’angolo discreto l’avrai persa comunque su tutta la terra” (Kavafis), perchè le tue parole mi ricordano Leroy o Maupin o Ellis e mai, dico mai, Alceo? dove sono i tuoi padri? perchè “io ti cerco, bimbo con occhi di vergine che dell’animo mio tiene le briglie”? (Anacreonte). dove sono i nostri padri? ripudiati?

    malacarne (http://porno.splinder.it) alle 17:54 del 17 luglio, 2003

  • ApeMaia  Il aprile 19, 2004 alle 5:01 PM

    Incubando emozioni.
    Sterili perceZioni.
    di Divini orgasmi.
    Uazzzz
    Un fiore

  • polemiko  Il aprile 20, 2004 alle 12:02 am

    Perchè mi dai sempre nuove sensazioni ogni volta che rileggo? sarà per i miei stati mentali, per le tue modifiche, perchè offri diverse chiavi di lettura, o perchè sono fuso? boh.
    Sto ascoltando Capossela. Con una rosa.

    …Bianca come le nuvole di lontano
    come la notte amara passata invano
    Come la schiuma che sopra il mare spuma
    bianca non è la rosa che porto a te…
    Gialla come la febbre che mi consuma
    come il liquore che strega le parole
    come il veleno che stila dal tuo seno
    gialla non è la rosa che porto a te
    … il fiore è solo il dono che porto a te…

    Spero che ti piaccia

  • regulus21  Il aprile 20, 2004 alle 2:19 am

    Bravo Polemiko! E’ una delle più belle canzoni italiane in assoluto! Romanticismo puro e non sdolcinato. Mo me l’ascolto…

  • anonimo  Il aprile 20, 2004 alle 9:20 am

    http://www.robertainfantone.com/index.html . Semmai il passaparola può servire. Ciao

  • Dankan  Il aprile 20, 2004 alle 10:10 am

    l’incontro dei bloggers del silver è domenica sera,ci vieni?qualche preferenza sul luogo?ciao.

  • malacarne  Il aprile 21, 2004 alle 12:40 PM

    ciao dankan , come stai bello? io sto tanto incasinato in questo periodo che a malapena riesco a rispondere figuriamoci ad andare ad un incontro (ma poi dov’è?a Firenze? mi hanno invitato ad un altro a milano, in questi giorni, e la cosa divertente è che lo si fa senza pudore, come se fosse Naturale che uno che sta a palermo debba salire a Trieste per un cenacolo di qualsiasi genere dal blogghismo agli scacchi alle bocce. Ma non so, ne organizzo uno a palermo appena mi libero dal casino e vorrei vedere chi si prende un treno da Milano (16 ore) o un aereo per venire a vedere quattro fancazzisti palermitati che bloggano;)). polemiko non ascolto campossela, lo so che è il trip intellettuale dei melomani italiani, so che è bravo, che è anche un “patafisico” , che è colto, musicalmente scaltrito, mai banale, ma proprio è più forte di me, non ce la faccio ad ascoltarlo , mi sa di cerebro-snob (Io sto ascoltando gli xiu-xiu, visti ieri in cancerto ai candelai, e mi sono abbordato Jamie Stewart gli ho chiesto di cantare Sad Pony guerrilla girl e l’ha fatto, peccato che è finita lì io me lo volevo fare…)

  • malacarne  Il aprile 21, 2004 alle 12:43 PM

    per Roberta , siamo sicuri che voglia essere trovata? siamo sicuri che sbandierare la sua faccia in giro sia giusto se lei non vuole? cioè non so se si tratta di una con problemi che deve essere aiutata o una che sta scappando dai problemi e va lasciata in pace…speriamo che sia lei a trovarsi ….

  • pollyjean  Il aprile 21, 2004 alle 5:45 PM

    o malaviande..:D

  • polemiko  Il aprile 21, 2004 alle 11:38 PM

    Immaginavo che non ti piacesse Capossela 😉
    Gli sciusciù sono qui dalle mie parti tra qualche giorno, dici che ne vale la pena? Non li conosco praticamente. Se vuoi fare un salto qui dopo il raduno di Roma, Milano e Trieste, ce li vediamo insieme ;-)))

  • isael  Il aprile 22, 2004 alle 12:45 PM

    …. il treno Palermo-Milano di sabato è arrivato con 360 minuti di ritardo…. per cui fa 22 ore….

  • regulus21  Il aprile 22, 2004 alle 2:05 PM

    Mai come un mio viaggio, che su 4 ore di percorso ha fatto 5 ore di ritardo :))))))

  • isael  Il aprile 23, 2004 alle 12:27 PM

    torino- milano in 4 ore e mezza… ho vinto?….

  • malacarne  Il aprile 23, 2004 alle 1:23 PM

    roma- palermo, siamo i soliti figli di nessuno, torniamo a casa in licenza, i pezzi dell’azzurrina in tasca, senza quella non ti rimborsano il biglietto, non hai cabina nè posto prenotato, perché la licenza te la firmano all’ultimo minuto, e così st’azzurrina, per fortuna sei in borghese, ti sbrachi per terra, chè siamo sotto le feste, tutto pieno di emigranti vecchi e poveri e pacchi e valige come non le vedi più neanche nei film e dici: porcoddio siamo nel 2001! e invece. C’è un puzzo insopportabile dopo un ‘ora non lo senti più ma se ti soffi il naso è tutto nero, è tutto nero, e fumi davanti i cessi allagati, cali il finestrino e respiri aria fredda invernale, per fortuna che non sei in divisa, altrimenti quando crolli dopo tre quattro ore in piedi, sopra le valige, rovini come le mura delle città gloriose, rovini come le più ambiziose cattedrali su altipiani irlandesi, ma neanche pensare a questo aiuta, non mi aiuta più ciò che ho viswto e ciò che so, voglio solo spegnermi disteso, otto ore, dieci ore stai per arrivare , hai passato lo stretto su navi da crocifissione dove i treni si spezzano le ossa e sei tu a dire che bel cielo stanotte sul ponte del traghetto? o è solo un residuo romantico? eppure: dicono qui debbano fare un lungo ponte sulle acque e tu ridi. perché il lungo ponte sulle acque serve a un cazzo se poi per fare 200 km da messina a palermo ci vogliono cinque ore cinque a quaranta all’ora come sui cinquantini quando impenni e controvento, e controvento, e allora meglio ascoltarsi gli xiu xiu in cuffia se ce l’hai una radiocuffia o uolkmen come dicevano una volta , ero bambino , e allora meglio sentire che devi sparire da lì che non sei lì che non sei mai stato: alla stazione di palermo scendi come un randagio e pensi di essere a casa solo per consolarti. invece ti svegli e quell’incubo è nella tua branda , la notte prima di partire in licenza, sono le sette del mattino del venerdì, e devi sbrigarti per l’adunata, e aspettare l’ora in cui ti daranno l’azzurrina e la licenza firmata per partire a casa.

  • regulus21  Il aprile 23, 2004 alle 4:07 PM

    Bello questo commento ciclico (o ricorsivo?). Meriterebbe un post! Io intanto me lo salvo, metti che mi scordo dov’è? :))

  • malacarne  Il aprile 24, 2004 alle 10:35 am

    seguo il tuo consiglio , lo posto;)

  • anonimo  Il aprile 29, 2004 alle 10:55 am

    d’accordo con wildboy … rimane un fatto: ki più ki meno

  • lefty333boy  Il luglio 23, 2009 alle 1:37 am

    still alive ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: