FINO A SVEGLIARMI

qualcosa di meraviglioso potrebbe ancora accadere,

(ho un segreto)

la pioggia stamani sulle macerie della place Rouppe,la pioggia macera ogni frammento azzurro polvere di luce molle e stringo gli occhi perche’ mi fa male quest’ombra, 

mi fa male

questa,

Bruxelles , ma belle

aujourd’hui

 ma belle, ma soeur, masseur offresi per massaggi mediterranei, ho messo una musica cobalto con uccelli e organi ad acqua, poi due cd posti sotto il fascio di luce degli spot in bodo tale che proiettino su un muro

un arcobaleno,

con due fasci di luce ho clonato il cielo e potei palare la tempesta,

e dirti ancora fiabe non la verita’ di

 questo  tipo con mano lesta e finto sensuale scosta l’asciugamano ed io vedo il tracchigio che fa e la sua verga con goccia annessa, polluzione senza emozione, il tipo avra’ 60 anni, nessuno sotto i 50 ha più quella goccia li’ _ricordo di quando eravamo repressi,almeno lo lessi in Busi, l’amore e’ una budella gentile,ogni tanto una fonte

 battesimale_

il porco  scosta la serviette e ttatata’ cazzo dritto come dicesse voila’ come un maniaco nei parchi _ ricordo l’Erotica che si lamentava che a Palermo non ci fossero più ‘maniacHi’

unni sunnu li maniachi?

eccolo, il tipo si acchiappa la minchia ed io mollo la coscia che sto massaggiando, trattengo il riso, e con faccia da nouvelle Justine dico/

m’sieur, s’il vous plait, faccio il massaggiatore non il prostituto,

e lui insiste che mi da un pourboir, e allora gli dico, ascolti, forzo il mio accento siculo, mi spiace molto ma sono etero ed ho una moglie;

e se ne viene senza manco toccarsi.

manco toccarsi,

 Ma io ho un segreto;

la pioggia stamani sulla piazza Rouppe, voi non potete vederla questa luce e’ trasparente

invisibile agli occhi

essenziale come

un arco che curva e trafigge le gocce di pioggia crollate 

da un cielo verdissimo e scalzo sopra le macerie.

 perché la comune ha avuto l’idea nefasta di rifare la pavimentazione , e quella di prima era meglio di quella di ora, ma sti belgi si fanno un dovere di abbruttire la citta’,

brussellizzatemi,

scosto una ciocca di capelli dal viso di Peter, il biondissimo olandese che ha dormito da me l’altra sera, non volevo dormire con lui ma era troppo tardi per farlo guidare sino in olanda, e nel sonno un cane e un’aquila io volo fecondo e morde il mio braccio, e do’ un colpo e mi sveglio e credo di averlo colpito ne sonno, mi scuso, mi dice che non e’ niente ma credo sia rimasto impressionato,

mi abbraccia vorrebbe carezzarmi il viso, cosa che odio,

l’indomani mi dice, per sdrammatizzare, voi italiani parlate sempre continuamente infinitamente anche nel sonno,

infinitamente anche nel sogno,

ho un segreto ,

a volte senza motivo

piango

fino a svegliarmi

infinitamente anche nel sogno  

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • e-bow  Il dicembre 16, 2004 alle 6:37 PM

    grande. sei tornato.
    (ho cominciato a scrivere il tuo nome sui muri. quando passi da cosenza per un caffè? con tutti i posti che giri…)

  • anonimo  Il dicembre 16, 2004 alle 7:02 PM

    raga’ salutiamo e baciamo le mani, se non rispondo e’ che mi costa un papello scrivere da internet cafe’ e che non riesco a leggere quasi niente di quello che scrivete perche’ non so che cazzo cià sto coso ma il formato dei commenti e’ microscopico come uno che cià l’emicrania, immaginate che piacere per gli occhi, dunque fanculo a chi m insuRta e vasate a chi m’arrispetta e dal 21 al 28 saro’ del tutto operativo a Pa, sicuro che passo a salutare li amici in via gaetano Daita, se posso scrivo_vabbe’ anche se non posso scrivo lo stesso…

  • Exteban  Il dicembre 17, 2004 alle 3:23 am

    picciotto… ricordati che esistono anche le Marche (non solo quelle da bollo)… quando risali su la costa adriatica c’è un posto per te ^_^

  • anonimo  Il dicembre 17, 2004 alle 10:38 am

    visto ke hai riscritto il post io riscrivo il mio commento…

    grande. sei tornato.
    (ho cominciato a scrivere il tuo nome sui muri. quando passi da cosenza per un caffè? con tutti i posti che giri…)

    e-bow

  • anonimo  Il dicembre 17, 2004 alle 1:47 PM

    anche nel sonno ho pensato di vederla.

  • amarantide  Il dicembre 17, 2004 alle 7:26 PM

    g. defendi

    si chiama “uomo che entra”, io ci avevo visto un uomo che esce, ma in fondo l’entrata comporta un’uscita e viceversa. la soglia, punto di passaggio.

  • emisola  Il dicembre 17, 2004 alle 8:40 PM

    son cambiate un po’ di cose in questo tempo di silenzio. non è cambiato il mio esser qui a leggerti. che bello. E ora ho un blog appena nato e ti ho linkato e se ci si ferma col cursore del mouse sul tuo nome appare un

    TI VOGLIO BENE

    emi

  • anonimo  Il dicembre 17, 2004 alle 11:44 PM

    ke bello quanta gente che mi invita,mi sa che prima o poi mi faccio il giro d’italia in auto e per un paio di mesi sto a posto scroccando l’ospitalita’ max due giorni da ognuno non di più, perche’ l’ospite e’ come il pesce dice Delirio…ora devo andare perche’ l’internet point chiude a mezzanotte e mi butta fuori sto tipo, finito di lavorare in sauna, solo 4 massaggi, che palle, ma lavoro anche domani e domenica,giusto i soldi per non tornare giu’ nudo e crudo, notte, vado a scopare al Duquenoy;

  • emisola  Il dicembre 17, 2004 alle 11:54 PM

    anche il mio inglese è uno schifo..in realtà quasi non lo so. ma il francese sì, molto. e mi piace pure. il siculo penso di non capirlo…me lo insegni tu? grazie di esser passato mi hai allargato il cuore in un giorno spento.
    Beh, allora buona “ginnastica”.:-P

  • sempreinbilico  Il dicembre 18, 2004 alle 11:57 am

    Lo hai letto il libro di Siti ?

    Questo rimane sempre uno dei blog migliori, dove il contenuto non fotte la forma. Redenzione estetica.

  • inconsapevole  Il dicembre 18, 2004 alle 8:10 PM

    ma tornatene nella tua Africa, che di posti come quello non ce ne sono..

    Nemmeno nei sogni..

    cmq, ti mando un abbraccio..

    fatt’ vere’ cchiu’ spesso..

  • claustrophobia  Il dicembre 19, 2004 alle 12:42 PM
  • amarantide  Il dicembre 19, 2004 alle 4:54 PM

    io invece non ti invito, chè qui sono già troppo stufa di stare, come hai notato da solo. invitami tu a palermo!!! sono brava, sai? me ne sto per i fatti miei per la maggior parte del tempo, mi porti con te una volta nel viale, così posso togliermi la soddisfazione di mollare un ceffone a quel gianfleur de la foret et de la mer aussi, il mio nemico n°1, poi ti alzi ad un’ora decente un pomeriggio e mi porti da qualche parte ad inaugurare la mia nuova dgtcamera con grandangolo, non pretendo il viale di notte, e non ti farò foto segnaletiche, stai tranquillo 😉 e magari andremo a mangiare una buona pasta con le sarde, invece di quelle schifezze precotte che ti scaldi nel microonde nell’hotel di verlaine, sacrilego che non sei altro!

  • anonimo  Il dicembre 19, 2004 alle 11:35 PM

    ehehe era salmone faceva un po’ schifo, soprattutto la salsina biancosborra,ma e’ stato un po’ mangiare in compagnia tua spero non hai aperto un mutuo per l’appel…
    inconsapevole ora passo, domani torno nella mia africa, e’ vero che fa un po’ schifo bruxelles,ma per ora va come deve andare, faccio un corso d’inglese mi sa, e magari ben presto si leggera’ un”londra 2005″ su sto coso [porno]
    exteban orso tonico -ormai dovresti esserci riuscito no_come stiamo?
    sempreinbilico chi e’ sto siti? vabbe’ dopodomani vado alla feltrinelli a vede’ che ci trasi stu Siti,
    ps amara, mi sa che davanti l’hotel dove stavano i due poeti al massimo mangi le porcherie tipo pitta,e’ diventato un quartiere arabo…

  • zombieglam  Il dicembre 20, 2004 alle 6:38 PM

    succede che per lungo tempo non vengo a leggere. ma poi, immancabilmente, una strana alchimia mi chiama. e scopro che per lungo tempo non hai scritto. lungo tanto quanto io non ho letto.
    sciocchezze alla fine. ma danno un senso di simpatica complicità. solo a me naturalmente. ma ci accontentiamo di poco. dopotutto, la formaldeide costa.

  • zombieglam  Il dicembre 20, 2004 alle 6:39 PM

    p.s. e mister tony ward sul divano che guarda madonna fuggire da lui fa sbrodolare anche una santa come me. sbav.

  • Dracul-Nu-Imbatraneste  Il dicembre 21, 2004 alle 9:02 am

    DUNQUE QUESTO è UN AVVISO IMPORTANTE CHE SPERO TU LEGGA! OGGI 21 DICEMBRE SI TERRà AI CANDELAI ALLE 22 UN CONCERTO ROCK DI BENEFICENZA PRO ROMANIA (i gruppi suonano indie e fanno cover…). Costa solo 3 euro e il ricavato non solo del concerto, ma anche delle torte che faremo e che si potranno lì comprare, sarà devoluto ad un orfanotrofio e una specie di casa famiglia di Bucharesti! CHI è DI PALERMO è PREGATO DI ACCORRERE! Fino a mercoledì 22 di fronte Randazzo, sotto i portici di via Ruggero Settimo, ci troverai anche per un banchetto di artigianato rumeno…Se vuoi fare qualche regalino di Natale passa da lì…

  • nokkepa  Il settembre 8, 2006 alle 2:58 PM

    mmm..credi che cio’ che vivi nn ti faccia rineggare nulla?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: