eccomi, lecco la luce grandiosa stamani al risveglio, apro il frigo bianchissimo fuori e dentro, poi il cielo tergiversa, piove , e sento che tutto mi appartiene, e che ho fame, ed e’ tempo di ricominciare la vita

La Vita

 sono io che creo il mondo con gli occhi, baciami il culo e trema , la mia vista e’ assoluta e notturna, sappilo e godi, nel sogno, quando mi accorgo di essere definitivamente dio, normalmente muoio e mi risveglio.

neon freddissimo sul bianco azzurro chimico del soffitto, in un supermercato per mortidifame tipo Lidl Discount roba cosi’ , carne andata a male, sto vivendo ad una velocita’ diversa, ci sono o forse credo di esserci, 

eccomi, tu non puo contattarmi, tu non puoi parlare con me perche’ io semplicemente non esisto

eppure ho fame,

vivo come in un sogno dentro un sogno 

1. Manuale del perfetto Malacarne: come vivamo adesso

Bruxelles 05

scivolo fra i banconi dei surgelati, prendo solo  i prodotti col marchio della poverta’ del supermercato, la miseria in due, penso per un istante,sarebbe poetica, la poverta’ in due e’ una stagione all’inferno, puoi pensare che infondo ti trovi persino nella citta’ buona e se avessi un complice  potrei affittare un bivani nell’edificio in cui Rimbaud fu ferito

e invece sono solo

come dio

Bobby si e’ smarrito in una notte diversa a NY, e ognuno di noi sta spalando la propria merda in due distinti continenti

poco fa, passando davanti l’edificio ho visto il cartello "affittasi" sulla porta,  sul muro una targa  ricorda che in quell "hotel Verlaine blessa Rimbaud d’un coup de revolver".

nel paniere vuoto a meta’ o pieno a meta’ _ filosofia da supermarket_ penso che ho un’etica e che mi dovrei sentire  orgoglioso contento e redento  perche’ da sette mesi circa  ho smesso di fare marchette  

e da sette giorni ho smesso pure di fumare perche’ troppo caro

factus verbum 

Vivo in una stanza da microbo con vista sul cortile interno e pecco mortalmente di arroganza fingendo di credere ad una morale da cartone animato,

la morale e’ quando il potente ti frusta a sangue per farti lavorare di piu’ e tu ringrazi

il contrario della morale e’ un piccolo porcodio di rivoluzione

se solo tu venissi o apocalisse 

Riempio a meta’ il cestino di essenziali futilita’, che poi di nuovo saremo arsi e neanche questo corpo mi appartiene,

siamo carne andata a male e siamo dio solo se e’ notte

e adesso e’ notte, quando ho voglia di sesso vado al parco cosi’ non spendo nulla o allo slave, pago una birra due euro dieci e mi porto qualcuno a casa, evito i belgi,e’ come ficcarsi una pecora;

2. essere belga

uscendo da qui, all’angolo con rue du Midi, stanno i marocchini a fare marchette,questi ragazzi sanno le stagioni, 

l’altra notte un tipo ripassa da place fontainas tre volte e guarda, si ferma in una strada laterale, io mi accosto e chiedo

ça drague ici?(si abborda qui)

ça drague et ça paye (si abborda e si paga)

risponde, il tipo e’ biondo sui trentacinque e decisamente ben fatto,

"di che origine?" chiede,

dico che sono siciliano, lui credeva arabo, "gli arabi, i siciliani, sono caldi" dice gia’ perduto nel suo fantasma,

mi chiede se voglio salire in auto,

ho di meglio rispondo; e lo porto da me, sulla place Roupe, a centometri da dove si batte hai casa?c’est pratique!Vagli a spiegare che e’ stato per caso, che mica lo sapevo che li’ si batteva, ma che certo il caso si traveste da destino,

e si trucca malissimo

appena chiudo la porta di casa e’ gia’ belgizzato sul ventre

cioe’ senza pantaloni , a quattro zampe e con un paio di dita in culo per prepararsi il buco,

penso che con qualche belga come questo potrei permettermi un monolocale più decente e mettere un annuncio sul Vlan come massaggiatore

essere belga, mi spiega l’altra sera Karim, il mio amico marocchino: e’ qualcosa aldila’ della passivita’,non e’ come essere donna, un belga non bacia , non succhia, non carezza non masturba, un belga e’ solo un buco di culo, io non li tocco mai i belgi mi fanno schifo, gli ficco dentro il cazzo e basta, e a loro piace, hai visto dietro la gran’ place  e tutto il centro, questa e’ Casablanca mica la capitale d’europa, e come credi che li hanno comprati i marocchini tutti i palazzi e i negozi del centro?con questo! e si tocca la patta

siamo nella backroom del Duquenoy,  di fronte a noi, appena vede il gesto di Karim, un tipo entra nella cabina con la slim  e si belgizza sul dorso (a gambe all’aria e culo aperto, schiena sul dondolo, si sditalina)

 

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 6:04 am

    for anyone going to the the duq, the slave, it’s like smoking, you start and you just smoke and smoke, you never leave home without them… then you begin to feel the effects after time.. then you try to quit, knowing their is a better way to breath.. then you try not smoking all day long, but then you just have to have one and you smoke as if it’s your last.. then finally you quit, but for how long.. it’s alwys something you can rely on.. it something you know that satisfies you, no matter what it can do for your health or life! can you quit… can anyone help… is there someone who wants you to breath and smell fresh! at least , until your body is ready for this agian.. you body and wallet! 🙂 x

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 6:27 am

    Il compleanno di qualcuno è il 26 marzo, 197?

    Segua la stella arancione sul programma.

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 6:34 am

    Segua la stella arancione sul programma!

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 6:52 am

    Il linkk non sta funzionando.

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 11:24 am

    Mi chiedo se ci incontrassimo e mi vedessi anche solo in superficie, rusciresti ad odiarmi? Magari invece riusciresti a stare con chi crede di aiutarti per presunzione… Nonostante la mia via sia diversa dalla tua, che non accetto quel che per me è debolezza, i tuoi scritti sono geniali e mi lasciano sognante a bocca aperta, completamente rapito dal tuo sogno… e allora mi chiedo se avresti potuto scrivere qualcosa di diverso.
    Alucard 82

  • anonimo  Il marzo 25, 2005 alle 4:41 PM

    Mi sono imbattuta per caso sul tuo sito…sono frastornata, incuiriosita.
    a presto!

  • soundbank  Il marzo 25, 2005 alle 6:27 PM

    puntuale come le feste comandate – aspettavo l’uovo di pasqua.
    bentornato malacà.
    (tra 5 gg il cioccolato costa la metà)

  • anonimo  Il marzo 26, 2005 alle 10:14 PM

    Il male e’ on line, e’ ha voglia

  • anonimo  Il marzo 27, 2005 alle 4:51 PM

    ieri era il mio compleanno.
    aspettavo il tuo ritorno malaca’, ora vado di fretta ma salvo tutto e leggerò con calma. ma sono sicuro che mi piacerà da impazzire…
    baci, a presto 🙂

    e-bow

  • anonimo  Il Maggio 28, 2005 alle 1:51 PM

    Sei sempre geniale ma anche un pò distorto, come strane luci in giochi.Trucchi la realtà e odori le tue dita.

    La Malafemmina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: