per la quarta volta stanotte arrivo all’ hotel a ore, Venus, e Anversa piovischia e tergiversa una luna fatiscente mentre il cielo cambia ancora chiarore e vira al rossastro,

io respiro forte uscendo dall’auto del tipo e lui con mano tremante dice qualcosa in versi sciolti ma in una lingua tutta di consonanti ed io mi sporgo a vedere che armeggia con uno spray sul sedile su cui stavo seduto,

suoniamo al campanello della reception che in realtà é un casotto la cui parte superiore si apre come una finestrella o come le mezze porte delle case al pianterreno nei quartieri popolari di Palermo

ed io ho nastalgia di quella luce per un istante 

solo uno

il tipo alla reception mi riconosce e non sorride quando gli dico gooden avond cercando di inventarmi l’olandese

il cliente  prende la chiave con due dita e quando arriviamo al terzo piano con un lembo della camincia si aiuta ad abbassare la maniglia, mi dice non  toccare nulla, 

ed esce dalla ventiquattr’ore una specie di pareo, che pone sul letto ed io penso mioddio se si mette sto coso o peggio vuole che me lo metta io attorno alla cintura saro’ costretto ad ucciderlo.

si spoglia e resta solo in calze e scarpe, i suoi vestiti ben ripiegati e posti sul pareo sul letto, e mi dice di fare lo stesso

montami sulla spalle mi dice, e allora gli salgo sulla montagna di grasso e peli che si sparpagliano sulle sue scapole e dal collo a macchie scendono maculandogli il dorso, a cavalcioni e lui nitrisce un minimo e con una mano mi tiene le braccia attorno al suo collo in modo che non scivoli dal suo dorso e con l’altra si masturba, e poi un ultimo nitrito e sborra nell’istante in cui scivolo giu’.

this is most safe bareback I ‘ve ever done, dico e lui non ride affatto, ovviamente quando ironizzi sulla perversione altrui é come ingiurargli la madre, l’ho appreso in anni di marchette, ma non credo mi prenderà di nuovo, non ho la chiave di lettura del suo enigma.

con fazzoletti imbevuti si pulisce il corpo con cura e getta tutto nella pattumiera, apre la porta, e mi dice non ti spiace se non ti riaccompagno, e resta davanti la porta guardandola come se da un minuto all’altro dovesse aprirsi da sola,

l’hotel é poco distante, e poi resto un minuto a lavarmi per bene, gli rispondo lo saluto e per torglielo dall’imbarazzo e togliermelo dalle palle gli apro la porta e allora lui mi guarda e dice mi dai il tuo numero?

       

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • orsarossa  Il aprile 27, 2008 alle 3:22 PM

    sai cosa sono riuscita a vedere ?

    un cavallino a dondolo di legno.
    e un bambino bellissimo che ora è un uomo.

    baci
    *Orsa

  • malacarne  Il aprile 27, 2008 alle 3:54 PM

    mai avuto un cavallino a dondolo, fosse anche di plastica, né un padre che lo prendesse sulle spalle…
    forse per questo l’uomo é venuto su come viene viene, come le erbe velenose selle rovine…

  • amarantide  Il aprile 27, 2008 alle 9:17 PM

    ma sei tornato nei paesi bassi? stai lentamente riscendendo verso la tua isola-madre, di cavallo a dondolo in cavallo-vapore?

    scriviMI

  • amarantide  Il aprile 27, 2008 alle 9:18 PM

    per favore, sistema le dimensioni dell’header 🙂

  • lefty333boy  Il aprile 28, 2008 alle 1:00 am

    ottima scrittura malaca
    non ti tradisci mai ..
    grazie x il commento

    mo torno

  • malacarne  Il aprile 28, 2008 alle 5:07 PM

    spero si veda meglio ora…
    si’ sono nei paesi bassissimi come il mio umore,
    non torno in Italia, isola inclusa, dal 2007, e non credo ci tornero’ spesso nei prossimi 5 anni…
    Lefty ora faccio un altro tour, il blog é diventato il mio unico contatto diretto con l’italia …

  • lefty333boy  Il aprile 28, 2008 alle 5:25 PM

    my globe trotter friend .))

  • orsarossa  Il aprile 28, 2008 alle 6:01 PM

    ahhhhhhh…malacarnaccia ..mi hai fatto troppo ridere con la storia dei cuori di finocchio..:-)

    ci siamo incontrati ieri sera…
    un gran bel pinzimOnio !

  • donatienne  Il Maggio 2, 2008 alle 2:08 PM

    Questi tipi sono i peggiori …già cadaveri.

    Luca

  • donatienne  Il Maggio 2, 2008 alle 2:09 PM

    PS: dovresti correggere quel” pattumpiera”….

    rende tutto così surreale…

  • malacarne  Il Maggio 2, 2008 alle 9:24 PM

    grazie, dimentico spesso di fare le correzzioni…
    per me i feticisti ed enigmi come questo tipo sono i migliori, una volta scoperta la chiave di lettura, ti pagano per non fare praticamente nulla, come il tipo che mi ha pagato solo per farmi fare la doccia.
    I peggiori sono i passivi impotenti dominanti, praticamente insaziabili

  • donatienne  Il Maggio 2, 2008 alle 9:30 PM

    Ahhhhhhh…a me non capitano mai quelli che mi pagano per farmi una doccia…

    Ma ne ricordo uno che era fissato con ago e filo.Voleva guardarmi mentre cucivo,nudo ,seduto sul suo letto.

    E mi chiamava “mammina.”..prima.
    e “brutto frocio bastardo”..dopo.

  • malacarne  Il Maggio 2, 2008 alle 10:27 PM

    a dimostrazione che fare marchette é il lavoro più casto che ci sia;)…
    a parte gli scherzi “brutto frocio bastardo” mi sta bene, se il cliente si eccita é ok (purché torni corretto dopo la sessione)
    ma starei molto attento al tipo che ti chiama mammina, fa tanto Psico…

  • donatienne  Il Maggio 2, 2008 alle 10:37 PM

    Il”brutto frocio bastardo”era dopo la sessione.Il suo saluto.
    L’eccitamento era il “mammina”.

    Strano tipo.Secco come un chiodo.
    Ora frequenta trans. Credo avesse voglia di un seno materno.

  • malacarne  Il Maggio 3, 2008 alle 7:21 PM

    poveretto, peggiora, in genere la guarigione procede per stadi, l’uomo passa dal sesso con la donna a quello con il trans poi il gay sino ad un altro uomo-sessuale…

  • malacarne  Il Maggio 3, 2008 alle 7:24 PM

    p.s. più che un seno materno i tipi che restano alla fase “trans” vogliono avere un seno vanno colle trans ma vorrebbero essere trans, tipo Ronaldo

  • lefty333boy  Il Maggio 3, 2008 alle 8:55 PM

    tipo Ronaldo
    hahaha

    a lick .)

  • malacarne  Il Maggio 4, 2008 alle 12:48 PM

    non trovate una certa somiglianza…chi si somifglia si piglia

  • malacarne  Il Maggio 4, 2008 alle 12:53 PM
  • malacarne  Il Maggio 5, 2008 alle 12:39 PM

    a proposito di travestite:Nell’elenco delle personalità più influenti del pianeta il
    Papa assente dalla top 100 di Time
    E in Italia ci si stupisce, che strano, ma non vanno all’estero? Nessuno la caga a sta sucaminchie repressa, non basta essere la reincarnazione di Satana per essere considerata un buon modello, i danni peggiori li deve ancora fare

  • siipaziente  Il Maggio 5, 2008 alle 9:20 PM

    the safest bareback you ever had ?? :)) ma no ci sono anche delle lesbiche belle

    miao

  • Exteban  Il Maggio 7, 2008 alle 4:07 am

    Sono d’accordo con te su tutto. La frammentarietà è il male della “casta” gay italiana (oltre al fatto di essere/non essere una casta, beninteso). In ogni caso il mio “sklero” era diretto al “senzapalle” che continua a difendere tout court Renato Zero, pur non avendone motivo, visto che ho tratto ormai il mio giudizio su tale persona(ggio).

  • lefty333boy  Il Maggio 7, 2008 alle 4:10 am

    Στα ύψη μέσα στα βάθη και να φύγει d’ μια επεξεργασία κατά δεσμίδες πολύ λίγοι: ah, πώς έχω έρθει μέσα στον κόσμο! Της πιό υψηλής πορείας του l’ σκάλα έχω πάει προς τα κάτω. Αλλά δεν μπορώ να κατακρίνω όποιος για μου φθαμένο, προς τα κάτω, το κεφάλι μου αξίζει το d’ να συντρίψει. Της κακής επιχείρησης l’ έχει κρατήσει ακολουθούμενος σε περίπτωση της καταστροφής. Μέσα στην τρέλα μου, το όνομα του πατέρα μου και είμαι η ντροπή για να κλαψω Αλλά δεν μπορώ να κατακρίνω όποιος για μου φθαμένο, προς τα κάτω, το κεφάλι μου αξίζει το d’ να συντρίψει. Για το σπίτι του πατέρα μου Θα ήθελα να επιστρέψω, αλλά το θάρρος d’ να πάετε po. Και στους κόσμους μου, τι -je θα πω; Πώς τότε εκεί να κάνετε την αντιμετώπιση; Αλλά δεν μπορώ να κατακρίνω όποιος öor μου προσεγγισμένος, προς τα κάτω, το κεφάλι μου αξίζει το d’ να συντρίψει.

  • orsarossa  Il Maggio 9, 2008 alle 12:38 am

    ciao malacarnazza 🙂

  • malacarne  Il Maggio 9, 2008 alle 9:50 am

    ciao orsetta,
    lefty un giorno studiero’ greco moderno, che é la lingua divina delle rovine;ho dimenticato quello antico purtroppo, che era la lingua vera degli dei.

  • lefty333boy  Il Maggio 9, 2008 alle 8:56 PM

    quanti anni hai ora ??

  • malacarne  Il Maggio 9, 2008 alle 11:03 PM

    5più di quando ho iniziato;))

  • regulus21  Il Maggio 13, 2008 alle 8:40 PM

    Bella l’immagine della luna che tergiversa… mi sento rappresentato :)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: