-hai infranto la regola numero uno, gli dico, appena rientra in auto.

-sembrava un tipo a posto, bella casa, bell’auto ben vestito, il figlio di troia.

-manco fossi un principiante cazzo, che pivello; e sgommiamo via nella luce aranciata notturna dell’avara Parigi.

 Falba la notte lampeggia sul Bld Magenta, incastonata di semafori e ricamata dai neon dei negozi essa trama una sinfonia d’ombre; e lo lascio davanti un portone, il gps mi segnala la destinazione dietro l’angolo, proseguo il mio percorso affollatissimo di fantasmi.

Quanti sospiri dietro gli usci e nei fumosi sottotetti in "chambres de bonnes" angustissime mirando estatici un sospetto di stelle oltre nubi di cielo plumbeo di smog aranciato di lampioni. Quanti corpi cercano stanotte le mie carni?

La sontuosa tircheria dei boulevard mi scruta occhiuta dagli oboli e finestrelle bianche di neon e tende lerce delle piccionaie, sulle facciate borghesi ricamate sovrastano i fetidi studio d’artisti e studenti, camere da serve, da cui si accede da porte di servizio e labirinti di gradini sbrecciati; 

salgo al piano superiore l’odore intenso di gatto nei sette metri quadri col cesso alla turca sul pianerottolo.

Sul bld Magenta Ricky ha svoltato l’angolo, deve solo fare qualche centinaio di metri ed é a casa del cliente.

Ricky sinuosa pantera, dopo i primi scambi di messaggi sul sito ha preso contatto col tipo per telefono.

A casa hanno bevuto champagne sniffato una pista come da copione, sotto candelabri accesi e lui abbagliato si é rotolato come un puma in piroette atletiche, da porno star ti assicuro, mi conferma.

Il tipo vuole un giocattolo caraibico, un tempio da profanare, pronto e muto come una cattedrale di notte, e Dominique si arrende, fra le sue spire di serpente si prepara all’overnight . E poi il cliente vuole lottare, e poi ricomincia a incularlo  e poi ne vuole ancora, sniffano sino a sanguinare una corona di spine dal naso.

Ricky vuole stancarlo subito cosi’ che crolli nel sonno e o lasci riposare.

Ma il tipo, quando la coca scende col fumo dice ho fame, ti invito a cena andiamo

Ricky ha nello zaino tutto l’occorrente, mette una maglia a maniche lunghe e raccoglie i vestiti sparsi a terra e fra le lenzuola seriche e bugiarde. Prende con sé lo zaino, dove cela il suo tesoro: la foto sul passaporto dominicano é davvero la sua. 

Sfilano sugli Champs Elysees sull’auto del cliente e Ricky pensa a cosa direbbero adesso gli amici del "barrio" a Santo Domingo, e poi davanti al ristorante il tipo dice per favore prendi un tavolo, vado a lasciare l’auto e arrivo, e Ricky inforca immaginari occhiali per proteggersi da flash come fosse alla consegna degli oscar, scende dall’auto, come fosse una star in un delirante sogno mischia uno smocking e un aderente abito di seta avorio e lunghissime perle nere sulla sua pelle di cioccolato e solo quando all’acmé del sogno ad occhi aperti sta per varcare la soglia realizza:

Il voiturier é a pochi metri, pronto a prendere l’auto, ma il cliente prosegue, accelera e senza esitazione sparisce nel labirinto della notte.

Poi mi chiama, voce rotta dalla rabbia:

Malacà vienimi a prendere , il cliente non mi ha pagato e m’ha piantato in strada. Mi faccio dire il nome della starda e lo inserisco nel gps.

Hai infranto la regola numero uno: prima i soldi.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • anonimo  Il febbraio 18, 2010 alle 9:14 am

    esaudisci desideri!

  • regulus21  Il febbraio 19, 2010 alle 2:34 am

    Regola elementare quanto basilare.

    Bentornato, Mal’amour. Ti leggeremo più spesso, vero? Dimmi di sì…

  • malacarne  Il febbraio 23, 2010 alle 6:01 pm

    ci provo, perlomeno…a riesumarmi,

  • anonimo  Il febbraio 25, 2010 alle 7:49 am

    bello rileggerti. sempre di polpa e sangue, le tue parole.
    (anche se non ho mai lasciato commenti, ho sentito la tua mancanza)

  • anonimo  Il marzo 1, 2010 alle 7:26 pm

    Niente riesumazioni.Niente esorcismi.Niente cerimonie.

    "La verità e che non sentivi alcuna necessità di riprendere la tua mala carne".

    Bentornato straniero.
    Penelope

  • anonimo  Il marzo 18, 2010 alle 11:38 am

    finalmente dopo mesi! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: