§ 5

odore di sonno e farina

non ancora mattino

in un vicolo stretto

le gote rosette

non ancora gennaio

odore di pioggia sonno e pani

lievito e seme

un malacarne ed un garzone del fornaio.

§ 7

e tornò con fra le mani una treccina

zucchero a velo

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: