5

avanti , verso il silenzio. l’inferno è freddo, non illudetevi, è ghiaccio non fiamme.

Lille , quella sera in piazza Charles de Gaule, festoni di stelle natalizie e ori e fiamme e suoni ed odori di canditi, ed io volevo lo zucchero filato rosa, non ho osato.

c’è la grande ruota ed io ho pochi pounds in tasca  residuo delle ultime marchette a Londra, al cambio però è già qualcosa, posso sopravvivere tre-quattro  giorni, penso.

seguo il flusso di gente è più caldo lì in mezzo, la folla ti fa famiglia attorno , pensi di avere un luogo dove andare? mi chiedo.

place de Gaule, lille, natale di luci. delirio la sera nel ghiaccio le finestre di case fiamminghe brinate di gelo, sono case di zucchero, ansel e gretel smarriti nel Bosco.

sono perso in un bosco per sempre . a chi posso chiedere aiuto , per uscirne,  solo alla strega cattiva?

 o Tu stai tracciando un percorso?

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: